SCUOLA DI CUCINA

Come si prepara in bensone modenese classico o farcito

LEGGI IN 2'

Il bensone modenese è un antico dolce che appartiene alla tradizione culinaria dell’Emilia-Romagna, un biscotto grande asciutto che viene ricoperto da granella di zucchero e spesso farcito con confetture o creme, anche se la ricetta tradizionale lo vuole senza ripieno. Alle origini sembra che la lista ingredienti fosse leggermente diversa e più scarna.

Lo zucchero era sostituito dal miele, mentre la granella non era proprio presente e non era contemplato alcun tipo di farcitura. Ad oggi, rispetto alla ricetta tradizionale con solo farina, burro, miele, uova e latte, si sono aggiunti anche il lievito per dolci e la scorza di un limone grattugiata, oltre alla già citata granella di zucchero decorativa.

Per mezzo chilo di farina dobbiamo considerare 150gr di burro morbido, 250gr di zucchero semolato, 2 uova intere più un tuorlo, una bustina di lievito vanigliato per dolci, un cucchiaio di latte, la scorza grattugiata di un limone non trattato, granella di zucchero. In più, per il bensone modenese farcito ci serviranno 400gr di confettura a piacere o crema spalmabile dolce.

Un ripieno molto apprezzato è quello con la crema di nocciole e cacao, ma è una questione di gusti e quindi sta a noi decidere se e cosa usare come farcia. Come prima cosa pensiamo all’impasto tipo frolla, quindi sbattiamo il burro con lo zucchero in una ciotola, invece sul piano da lavoro setacciamo la farina con il lievito e creiamo la classica fontana centrale, dentro cui mettere le due uova.

Poi aggiungiamo anche il burro montato con lo zucchero e il cucchiaio di latte freddo, iniziando a incorporare la farina verso il centro, mescolando con le dita. L’impasto dovrà essere elastico e morbido. Rivestiamo una teglia con carta forno e adagiamo il bensone al suo interno, dandogli una forma cilindrica, poi spennelliamo col tuorlo e cospargiamo di granella.

Se lo volevamo farcito stendiamolo invece a forma rettangolare e spalmiamo confettura o crema a tutta lunghezza tranne ai bordi, poi chiudiamo a libro facendo tre pieghe. Lo spennelliamo col tuorlo e ricopriamo di granella, poi lo inforniamo a 170° C per circa tre quarti d’ora, dopo di che sforniamo, lasciamo raffreddare e serviamo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione