IN FORMA

Sos Ossa

LEGGI IN 2'

L'osteoporosi è un fenomeno per cui diminuisce la componente proteica e minerale dell'osso. Gli effetti sono sindromi dolorose, diminuizione dell'altezza, alterazione della colonna vertebrale e aumento del rischio di fratture gravi. A soffrirne, secondo gli studi clinici, sono una donna su due, dunque il problema non va affatto sottovalutato.

Per valutare lo stato di salute della propria ossatura, l'esame più efficace da attuarsi è la Moc (mineralometria ossea computerizzata), che misura la  densità dell'osso. Facile da effettuarsi e totalmente innocuo, dura circa 12 minuti. Sarebbe bene sottoporsi a Moc a partire dai 25 anni, e poi periodicamente, nel corso del tempo.

Contro l'osteoporosi è di fondamentale importanza uno stile di vita sano. Che si traduce nel rifiuto della vita sedentaria (quella che gli americani chiamano "vita da patata bollita"). Basta fare movimento, camminare, ballare, darsi ad attività aerobiche. L'unica disciplina poco utile è solo il nuoto, perché in questo caso le ossa non sono sottoposte a sollecitazione e dunque non si irrobustiscono (è l'acqua a sostenere il corpo, non l'ossatura).

Evitare fumo e alcolici è un altro buon precetto da mettere in pratica. La prevenzione si attua però anche a tavola. Finora si raccomandava di assumere elevate quantità di calcio attraverso i latticini e le proteine animali. Ma esagerare con queste ultime ha un effetto negativo: si crea un accumulo di acidità e il corpo reagisce smaltendo l'eccesso ed eliminando anche calcio, ferro, magnesio e potassio.

Meglio far uso di proteine vegetali, come fagioli, piselli, ceci, lenticchie  e incrementare l'apporto di vitamina D mangiando cibi che ne contengono parecchia (salmone, anguilla, pesce azzurro, aringa,  broccoli). Anche sesamo e alghe (queste ultime sono disponibili anche sotto forma di integratori alimentari) sono ricchi di calcio. Un valido (e saporito) aiuto contro l'osteoporosi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione