IN FORMA

Seno sano? Ragazze, occhio al cibo

Cercare di ridurre anche di poco la quantità di grassi ingeriti giornalmente, è un'abitudine che, se adottata, potrebbe aiutare le adolescenti nell'azione di prevenzione del tumore al seno.
LEGGI IN 2'

E’ quanto consiglia Johan Dorgan, ricercatrice del Fox Chase Cancer Center, a seguito di una lunga ricerca, durata ben 7 anni, effettuata sulle abitudini alimentari dei bambini e pubblicata sul Journal of the National Cancer Institute.

300 giovanissime in età preadolescenziale, tra gli 8 e i 10 anni sono state sottoposte a una dieta di circa 1700 calorie giornaliere, un terzo delle quali derivate da grassi. Una parte di esse non ha cambiato le proprie abitudini alimentari, fungendo da gruppo di controllo, mentre la seconda parte ha ridotto la quantità di grassi assunti quotidianamente sostituendoli con le fibre. I risultati? In 7 anni la dieta magra ha fatto registrare una diminuzione dei livelli di ormoni femminili (estrogeni e progesterone), quando diversi studi hanno rilevato che elevate concentrazioni di questo tipo di ormoni favorirebbero l’insorgere di tumori al seno.

Sappiamo che gli ormoni sessuali svolgono una funzione regolatrice dell’evoluzione sessuale e dell’ovulazione nella donna. Ma non è ancora certo in che modo e se tali alterazioni ormonali favoriscano il cancro mammario. Esistono in ogni caso dei dati che collegano l’età della prima mestruazione (il menarca) e il livello di estrogeni presenti nel sangue, con il tumore alla mammella. Anche se nella ricerca americana l’età del menarca delle ragazze sottoposte a dieta e quella delle altre era pressoché la stessa, i riscontri ottenuti sui livelli di estrogeni meritano un approfondimento. Rimane in ogni caso decisamente importante educare i figli fin da piccoli a sane abitudini alimentari, che privilegino senz’altro le fibre contenute nella frutta e verdura a discapito dei grassi saturi. Un accorgimento valido non solo in territorio americano già famoso per le sue ipercaloriche diete, ma calzante anche per noi europei.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta