IN FORMA

L'acqua giusta per te

LEGGI IN 2'

L'acqua è indispensabile per il nostro benessere quotidiano. Le indicazioni mediche generali ne consigliano un'assunzione di circa 1,5 litri al giorno.

In molti luoghi l'acqua del rubinetto, che di norma è di ottima qualità, risulta troppo calcarea ed è quindi utile assumere acqua minerale che proviene da ambienti geologici incontaminati e controllati periodicamente a livello microbiologico.

L'associazione di Umberto Veronesi ha fornito delle utili indicazioni che aiutano nella scelta dell'acqua minerale più indicata in base all'età e hai bisogni della persona.

La classificazione avviene principalmente in base al cosiddetto 'residuo fisso' cioè ai sali disciolti nell'acqua:

  • acqua minimamente mineralizzata: residuo fisso non superiore a 50 mg/litro
  • acqua oligominerale (leggermente mineralizzata): residuo fisso inferiore a 500 mg/litro
  • acqua medio minerale: residuo fisso compreso tra 500 e 1.500 mg/litro
  • acqua particolarmente ricca di sali: residuo fisso superiore a 1.500 mg/litro (da assumere con cautela e sotto controllo medico).

Un ulteriore classificazione si basa sulla quantità preponderante di uno dei minerali presenti, esistono quindi acque clorurate, calciche, ferruginose, sodiche, ecc. Tutte queste informazioni sono riportate sull'etichetta della bottiglia di acqua minerale. Ogni tipo di acqua produce differenti benefici sulla salute ed è indicata per venire incontro alle differenti tipologie ed organismi della persona.

Vediamo insieme le principali acque minerali che possiamo trovare in commercio:

  • acque bicarbonate (bicarbonato presente in quantità superiore ai 600 mg per litro): sono indicate alle persone che hanno patologie renali e ipersecrezione di acidi grastrici
  • acque solfate (solfati presenti in quantità superiore ai 200 mg per litro): leggermente lassative sono utili in caso d'insufficienza digestiva
  • acqua clorurate (cloruro presente in quantità superiore ai 200 mg per litro): riequilibra la funzione del fegato, dell'intestino e delle vie biliari
  • acque calciche (calcio presente in quantità superiore ai 150 mg per litro): indicata in gravidanze, in menopausa, agisce sulle funzioni di stomaco e fegato
  • acque magnesiche (magnesio presente in quantità superiore ai 50 mg per litro): favorisce il corretto funzionamento del sistema nervoso e previene l'arteriosclerosi
  • acque ferruginose (ferro bivalente presente in quantità superiore a 1 mg per litro): utili in caso di anemia.
  • acque povere di sodio (sodio presente in quantità inferiore a 20 mg per litro): per chi ha problemi di ipertensione arteriosa.
  • acque fluorate (fluoro presente in quantità superiore a 1 mg per litro): un valido aiuto contro l'osteoporosi, rinforza le ossa e la struttura dei denti.

In ogni fase della vita è necessario integrare un particolare tipo d'acqua minerale come indicato in questo schema:

  • bambino: necessita un tipo di acqua medio minerale ricca di calcio, magnesio e fluoro
  • adolescente: deve assumere un'acqua medio minerale calcica e magnesica o ricca di bicarbonato
  • adulto: utile un'acqua oligominerale o medio minerale che si avvicini alle esigenze personali
  • donne incinte o in menopausa: scegliere acqua prevalentemente calcica
  • anziani: acqua calcica e solfato magnesica; l'importante è bere in abbondanza.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione