IN FORMA

La dieta del mantenimento

LEGGI IN 3'

Perdere qualche chilo di troppo non è sempre facile ma quando si riesce ad ottenere un buon risultato compiendo molti sacrifici, è bene fare qualsiasi sforzo per salvaguardare la forma fisica riconquistata. Con una dieta di mantenimento che comprende particolari attenzioni mentre si cucina, l’eliminazione di abitudini sbagliate, la scelta dei cibi salutari si conserva nel tempo una condizione fisica invidiabile.

Consigli in cucina:
•    quando si cucina bisogna sempre optare per l’uso di condimenti vegetali come l’olio extravergine di oliva e bandire il più possibile l’utilizzo di burro, in entrambi i casi bisogna stare molto attenti a non esagerare con le quantità. Attenzione alla margarina vegetale che contiene un’alta percentuale di acidi grassi idrogenati poco salutari
•    per risparmiare circa 45000 calorie all’anno è sufficiente utilizzare il latte scremato al posto del parzialmente scremato o dell’intero
•    i succhi di frutta contengono troppi zuccheri e quindi vanno aboliti, meglio optare per le centrifughe di frutta fresca o scegliere di consumare frutta intera preferibilmente di stagione 
•    per diminuire l’apporto calorico è bene non esagerare con i formaggi che vanno scelti sempre nella versione ‘light’
•    per favorire la funzionalità dell’organismo ed aumentare l’introduzione di fibre è bene preferire sempre la versione integrale di cibi quali pasta, riso, pane e grissini.

Abitudini alimentari:
•    se i ‘fuori pasto’ sono ricchi di proteine, come un piccolo pezzettino di grana, diminuisce di molto la soglia dell’appetito
•    se ci abituiamo a mangiare una mela o un kiwi mezz’ora prima del pasto aiutiamo il nostro cervello a farci sentire più sazi
•    l’abitudine di masticare molto lentamente il boccone fino a farlo sparire in bocca è uno stratagemma che aiuta ad introdurre meno cibo e a sentirsi maggiormente sazi
•    è vietato mangiare davanti alla televisione, in questo modo non si è vigili sulla quantità e qualità del cibo introdotto
•    quando ci si sente sazi è bene smettere di mangiare anche se nel piatto è rimasto ancora del cibo
•    è proibito saltare i pasti o consumarli in piedi
•    oltre ai 3 pasti principali bisogna abituarsi a fare tre piccoli spuntini durante il giorno che privilegino alimenti quali la frutta, in questo modo si arriverà a tavola meno affamati.

Piccole astuzie:
•    quando si mangia a casa è bene utilizzare piatti piccoli che devono venire però essere riempiti totalmente, in questo modo il cervello registrerà di avere consumato una normale porzione di cibo
•    prima di un buffet di lavoro o tra amici oppure prima di un happy hour è bene mangiare già qualcosa in modo da non arrivare troppo affamati
•    nel caso si sia ecceduto troppo a tavola a pranzo o a cena non si deve mai saltare il pasto successivo semmai si può ridurre la porzione di cibo oppure optare per una portata ipocalorica.
•    la cena va consumata presto o almeno prima delle 22 in quanto dopo tale ora il metabolismo organico rallenta moltissimo, per lo stesso motivo è bene non coricarsi subito dopo avere mangiato.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta