IN FORMA

Gli sport dell’estate

LEGGI IN 3'

La stagione ideale

Nelle calde giornate d’estate la voglia di stare all’aperto e fare movimento può essere facilmente soddisfatta. Ecco perché l’estate può diventare il periodo perfetto per sperimentare nuovi sport e mantenersi in forma. Allora non c’è niente di meglio che praticare sport in acqua e in spiaggia.

Durante una vacanza o in brevi weekend al mare, fai spazio al relax ma anche alla molte possibilità che offrono le varie riviere. Largo dunque alle tendenze estive sul bagnasciuga, in mare e in piscina. Con molto più tempo a disposizione cresce la possibilità di appassionarsi a sport interessanti e stimolanti.

Aquadynamic

Energetico e divertente l’Aquadynamic è una novità per il fitness acquatico. Questo sport si pratica in una piscina dove l’acqua non deve superare i 130 cm. Si eseguono, infatti, una serie di coreografie a ritmo di musica per circa 45 minuti, molto diverse dagli esercizi classici dell’acquagym.

Il beneficio di questo sport è la tonificazione di tutto il corpo senza creare rischi per le articolazioni e il sistema cardiovascolare. L’acqua, infatti, pratica un massaggio che sollecita il flusso della circolazione e si rivela ottimo per contrastare la cellulite. L’Aquadynamic è l’ideale per chi cerca di modellare il proprio corpo con un po’ di sano divertimento senza subire traumi.

Playagym

La spiaggia offre lo spunto ideale per una disciplina semplice e molto distensiva come la Playagym. Senza bisogno di supporti o attrezzi particolari, la spiaggia diventa la palestra per fare un po’ di ginnastica. Il benessere, infatti, è ricavato dagli stessi elementi naturali come il mare, la sabbia, il sole e l’aria.

L’ideale è iniziare con una corsa leggera sulla spiaggia a piedi nudi, alternandola con una sana camminata veloce. Tonifica le gambe, sdraiandoti a pancia in su e piegando ognuna delle gambe verso il petto e afferrando il ginocchio con le mani. Per concludere non dimenticare lo streachting. Sdraiata con le gambe in su piegate, i piedi appoggiati a terra e le braccia lungo i fianchi stringi un asciugamano arrotolato tra le gambe.

Beach Walking

Il Beach Walking è la versione ‘da mare’ del Nordic Walking, attività che praticano gli atleti dello sci di fondo per allenarsi. Ed ecco che le spiagge diventano la meta preferita degli amanti del trekking. Tutto ciò di cui hai bisogno sono due semplici bastoncini che servono come base di appoggio e di spinta.

L’esercizio consiste in una camminata dinamica, con l’aiuto pratico dei bastoncini, da praticare in acqua bassa, tra i 5 e i 10 cm oppure ad un’altezza media che va dai 20 ai 50 cm. Il tono muscolare ne trae sicuro beneficio come anche il sistema cardio-circolatorio-immunitario. Infatti, con questo sport si utilizzano le gambe ma anche le braccia e il petto. Il tutto deve, però, essere coordinato da una tecnica respiratoria.

Whale Watching

Il Whale Watching è un’attività estiva molto particolare ma che attira sempre un maggior numero di persone. Niente a che vedere con sessioni di fitness e sport acquatici ma una realtà del mare ben diversa. Erede del bird-watching, l’attività consiste nell’avvistamento di cetacei in alto mare.

Vere e proprie escursioni in mare che stanno acquisendo molto spazio anche in Italia. Dalla Liguria ad Ischia, dal Canale di Sicilia alla Sardegna, sono molte le possibilità di avvistare delfini, balenottere, squali e altri cetacei per gli appassionati del mare. Gli unici elementi necessari per questa attività estiva sono un buon binocolo e molta pazienza.

Cavalca l’onda!

Kitesurfing e Sup (Stand-up paddle) sono sport molto fisici e che regalano forti emozioni. Il ‘kite’ si pratica con un’apposita tavola e un aquilone che viene manovrato da una barra. Le insidie di questo sport sono numerose e quindi è necessario frequentare un corso prima di affrontare le onde e il vento forte del mare.

Il Sup è una tendenza che si è imposta solo di recente, dove alla classica tavola si abbina alla pagaia. Lo scopo è di cavalcare il mare remando in piedi come dei veri e propri gondolieri. Le onde fanno in modo che si possa andare molto più veloce ma grazie ai remi ogni angolo di mare può diventare l’ideale per questo insolito sport acquatico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta