IN FORMA

Attenzione ai raggi solari

LEGGI IN 3'

Il sole estivo può diventare un amico se impariamo a conoscerlo. Eritemi, scottature e pelle spellata possono essere evitati seguendo alcune semplici regole che riguardano in modo particolare l'uso della crema solare. E' possibile insomma avere una buona abbronzatura senza problemi l'importante è non avere fretta e proteggere la pelle dai raggi dannosi. Vediamo allora l'ABC dell'abbronzatura.

PERCHÉ A VOLTE CI SI ABBRONZA MENO?

Può succedere che l'organismo cambi la capacità di produrre melanina e le ragioni possono essere svariate: alterazioni ormonali, abitudini alimentari diverse o periodi particolarmente stressanti. Se nonostante si stia molto al sole non si riesce ad avere una buona abbronzatura è necessario assumere degli integratori un mese prima di andare in vacanza. Avete pochi giorni di vacanza a disposizione? Nei tre giorni precedenti alla partenza applicate un autoabbronzante che vi farà ottenere un colore più intenso.

LO SCORSO ANNO HO AVUTO L'ERITEMA SOLARE TORNERÀ ANCHE QUEST'ANNO?

La risposta è sì. L'eritema è come un'allergia quindi a pari condizioni si sviluppa nuovamente; i vasi sanguigni si surriscaldano, a causa dei raggi infrarossi, la pelle quindi si arrossa e compaiono le bollicine e il prurito. Non esistono creme miracolose contro queste irritazioni cutanee è meglio quindi andare dal dermatologo per ottenere una terapia farmacologica adeguata.

LE LAMPADE SOLARI SERVONO PER ACCELERARE L'ABBRONZATURA?

Il tipo di abbronzatura che viene stimolata dalle lampade è detta 'pronta' in quanto è la prima risposta della pelle ai raggi solari. La melanina che si sviluppa è quella che sparisce anche più rapidamente senza lasciare difese anti raggi Uv. Per ottenere una buona protezione deve essere attivata la melanina a lunga durata che non appare con alcune sedute di solarium.

L'ANNO SCORSO MI SONO SPELLATA SUBITO DOPO ESSERMI ABBRONZATA MA NON MI ERA MAI SUCCESSO.

La protezione dai danni del sole deve iniziare da piccoli e deve continuare fino alla maggiore età, ma anche da ragazzi è necessario continuare a proteggersi dai raggi dannosi altrimenti con il tempo la pelle si assottiglia sempre più diventando sensibile. Le cellule della pelle si spaccano più facilmente causandone il loro distacco. Per cercare di correre ai ripari bisogna idratare la pelle stendendo la crema idratante un'ora prima dell'esposizione al sole e la sera dopo la doccia.

PERCHÉ CI SI ABBRONZA MAGGIORMENTE LA PANCIA, LA SCHIENA E LE BRACCIA?

In queste zone la pelle del corpo è più spessa e quindi si abbronza più facilmente mentre il viso e le gambe hanno una cute più sottile, i capillari sono più fragili quindi si arrossano subito ma il giorno dopo il rossore scompare. Per aiutare ad abbronzare anche queste zone si possono assumere integratori che abbiano un'azione vaso protettrice.

LA CREMA A SCHERMO TOTALE È VERAMENTE EFFICACE?

Non esistono creme a schermo totale. L'Unione Europea ha emanato una legge che obbliga le aziende  ad esporre sulle confezioni delle creme solari oltre alla sigla Spf anche la categoria di protezione: bassa (Spf 6 e 10), media (Spf 10, 15 e 25), alta (Spf 30 e 50) e altissima (Spf 50+).

LA CREMA SOLARE DELLO SCORSO ANNO È ANCORA VALIDA QUEST'ANNO?

La risposta è no a meno che la confezione non sia stata ancora aperta. Calore, sabbia e il contatto con la pelle favoriscono l'alterazione della crema rendendola inefficace. E' necessario quindi acquistarla ogni anno prediligendo il tubetto al vasetto in quanto è minore il rischio che la crema venga a contatto con l'esterno. Preferite il latte solare agli spray o le mousse in quanto garantiscono maggiore protezione.

POSSO LASCIARE L'ACQUA SALATA SULLA PELLE?

La risposta è affermativa solo se la pelle è grassa in quanto il sale aiuta ad asciugare l'oleosità presente ed inoltre disinfetta la cute mentre bisogna eliminarlo se l'epidermide è secca o normale perché potrebbe causare delle irritazioni o delle scottature.

L'ACQUA DELLA PISCINA ELIMINA L'ABBRONZATURA?

Il cloro e gli altri disinfettanti presenti nell'acqua sono diluiti e servono a disinfettare l'acqua ma non hanno una concentrazione tale da avere un effetto sbiancante sulla pelle.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione