IN FORMA

Accedi ai segreti del Reiki

LEGGI IN 2'

La disciplina del Reiki non ha niente a che vedere con i metodi usati dai non ufficiali guaritori occidentali, che per guarire utilizzano la loro forza interiore, ma è una tra le più utilizzate e valide terapie alternative insieme ad agopuntura, fitoterapia ed omeopatia. Nata negli anni 90 si è diffusa rapidamente in tutto il  mondo, Europa compresa, ed in Italia è praticata da circa 100.000 presone.

Reiki (unione dei termini 'Rei' e 'Ki') si basa sulla capacità della persona si accogliere in sé l'energia vitale universale, quella forza che secondo gli orientali fa nascere e mantiene in vita ogni cosa. L'energia prodotta durante la seduta fa sentire bene prima la persona interessate (tramite un processo di auto-guarigione)  successivamente il soggetto 'guarito', dopo un lungo periodo di preparazione, potrà imparare a trasmettere questa energia ad altri.

La funzione di questa disciplina è quella di portare il singolo individuo ad aprirsi verso la forza vitale universale diventando un suo canale (Ki).

Durante la seduta la persona interessata viene fatta sdraiare su di un lettino e grazie ad un ambiente particolare, ad un sottofondo musicale mirato (solitamente vengono fatti ascoltare i suoni della natura) e ad una illuminazione 'soft' comincia a rilassarsi. A questo punto l'operatore di Reiki impone le sue mani in punti particolari del corpo a seconda del problema da risolvere e lascia fluire l'energia del Reiki che una volta entrata nell'organismo ristabilisce gli equilibri energetici originari, eliminando così la disarmonia che ha provocato il malessere psichico o il disturbo fisico.

Per il metodo del Reiki l'individuo si sente bene solo quando lo spirito è sereno e non inquieto, una persona arrabbiata o nervosa non riesce a far scorrere la sua energia e quindi non riesce a far funzionare il processo di auto-guarigione portando così il fisico in uno stato di malattia. Il compito di questa disciplina è di riportare armonia ed equilibrio nella mente per poi guarire il fisico.

Non tutti i soggetti hanno beneficio nei medesimi tempi. Lo stato di benessere e di pace, scopo finale del Reiki, viene raggiunto con maggiore difficoltà e in tempi più lunghi dalle persone scettiche e rigide mentre quelle più ricettive guariranno prima poiché capteranno più facilmente il flusso d'energia sentendolo come un calore interiore.

Molti studi hanno dimostrato che il Reiki interviene positivamente nel controllo del dolore e nel miglioramento generale dello stato di salute poiché mette in moto un processo di eliminazione delle tossine, riattivando la circolazione sanguigna e linfatica, stimolando il sistema endocrino e immunitario e portando il soggetto a sentirsi più rilassato e meno stressato. Il Reiki non ha controindicazioni ed è molto efficace nel caso di disarmonie mentali e psichiche.

Per farsi un'idea del costo di una seduta è possibile indirizzarsi verso il sito dell 'Associazione Italiana Reiki ( http://www.associazioneitalianareiki.com/) che ha un tariffario aggiornato al quale i suoi operatori devono attenersi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione