PSICOLOGIA

Autocritica: quando è un problema?

LEGGI IN 2'

L’autocritica è la capacità di analizzare sé stessi e di individuare eventuali aspetti che possono essere migliorati. Ma quando diventa un problema? Quando può essere un difetto? Quando diventa eccessiva e distruttiva, al punto che continuiamo a focalizzarci sul negativo, a essere inclementi verso noi stessi fino a paralizzarci, fino a rinunciare ai nostri progetti e ad essere immersi in un continuo stato di frustrazione.

Tra le cause dell’autocritica eccessiva, si possono far rientrare il perfezionismo, la bassa autostima, eventualmente le critiche negative ricevute da altri.

Prendiamo in considerazione alcuni segnali che possono indicare un atteggiamento troppo autocritico. Infatti, acquisire consapevolezza del proprio critico interiore è il primo passo per fare qualcosa e rendere l’autocritica costruttiva.


Autocritica: quando è un problema?
Ecco la lista degli atteggiamenti da valutare con attenzione per capire se ti critichi troppo:

  • Tendi a non provare una piena soddisfazione per gli obiettivi che raggiungi: anche se ottieni un buon risultato, vorresti di più e magari pensi anche che non lo meriti, che è stato un colpo di fortuna, mentre, se qualcosa va male, ti dai subito la colpa, anche se, a ben vedere, ci sono dei fattori che non dipendono da te.
  • Ti fossilizzi sui tuoi (presunti) errori al limite del rimuginìo ossessivo-compulsivo: continui a pensare a quanto pensi di aver sbagliato, ripercorri mentalmente parole e azioni, in un loop che ti impedisce di fare ulteriori passi.
  • Arrivi subito a conclusioni catastrofiche e generiche del tipo “ho fallito tutto”, “non farò mai niente di buono”.
  • Dunque, ti focalizzi sul negativo, su quelli che consideri i tuoi sbagli e i tuoi difetti e non metti in luce i tuoi punti di forza, non li valorizzi, non ti rendi nemmeno conto dei tuoi pregi e di quanto fai.
  • L’autocritica diventa un problema quando è così eccessiva che nemmeno intraprendi un progetto, neanche prendi parola, per la paura di sbagliare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione