MAMMA E BAMBINO

Allattamento al seno, da che parte attaccare il bambino?

LEGGI IN 2'

Non esiste un seno giusto e un seno sbagliato. In linea di massima, la regola che puoi seguire è farli ruotare, iniziando sempre dalla stessa parte e finendo dall’altra. Potresti notare però che il bambino ha un suo seno preferito. È strano? Non è normale.

Un neonato può rifiutare un lato perché è semplicemente più difficile per lui attaccarsi a quel lato, oppure potrebbe notare che un seno ha una minore produzione di latte (probabilmente perché è stato stimolato meno). Consentire al bambino attaccarsi sempre al suo preferito non è una buona idea, perché potrebbe causare seni irregolari. Non essere troppo rigida, ma cerca di incoraggiare l’attacco da entrambe le parti.

Un’altra cosa importante: cambia seno quando ha finito completamente il latte da una parte. Come mai? Il primo latte è diverso dall’ultimo e il piccolo ha bisogno di berli entrambi. L’ultimo ha un contenuto di grassi più elevato e manterrà il bambino sazio per un periodo di tempo più lungo. Inoltre, dà al bambino il tipo speciale di grasso di cui ha bisogno per crescere.

Per quanto riguarda la durata dell'allattamento al seno, ogni bambino - e ogni poppata - può essere diverso. Alcuni bambini potrebbero trascorrere 10 minuti su ciascun seno, mentre altri potrebbero impiegare 30 minuti. Man mano che il bambino cresce, anche la sequenza temporale può cambiare.

Se hai dei dubbi, soprattutto all’inizio dell’allattamento, puoi contattare un consulente privato per l'allattamento che può venire a casa tua e mostrarti come allattare, come stabilire il corretto aggancio dell'allattamento al seno e offrire soluzioni a qualsiasi problema di allattamento che incontri. Nel pubblico, invece, trovi i laboratori o gli sportelli per l’allattamento negli ospedali, ai corsi preparto o nei consultori.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione