MAMMA E BAMBINO

Allattamento notturno, le regole per non disturbare il sonno

Allattare di notte può essere molto difficile, perché si rischia che il bambino si svegli per la luce, per il cambio del pannolino o perchè appesantito dalla poppata. Ecco qualche regola per rendere il momento più facile.
LEGGI IN 1'

Ogni due, tre, quattro ore e il bambino si sveglia e vuole mangiare, ciò accade di giorno come di notte. I primi tempi è normale, poi devi aiutarlo a distinguere tra notte e giorno. È una buona idea seguire una semplice serie di regole per l’allattamento notturno che possono renderti più rilassata.

Tenere le luci spente. Per chiarire che non è giorno e per creare un ambiente che induce il sonno, resisti all'impulso di accendere le luci.

Evita di interagire con il tuo bambino. Chiacchierare con il tuo bambino lo manterrà sveglio e stimolato, quando dovrebbe essere pronto per riaddormentarsi.

Non dargli da mangiare a meno che non sia necessario. Se il tuo neonato non chiede di essere nutrito, prova a lasciarlo svegliare da solo quando ha fame (ovviamente non devi superare le 4/5 ore).

Fagli fare il ruttino. Qualsiasi aria intrappolata nello stomaco lo farà sentire a disagio e potrebbe provocare lacrime e pianti, che dovresti cercare di evitare alle 3 del mattino.

Tieni il tuo bambino vicino. Avere la culla del tuo bambino accanto al tuo letto sarà di grande aiuto durante quei primi mesi in cui ti svegli spesso per dargli da mangiare.

Cambia il pannolino solo se necessario. Come mai? potrebbe svegliarlo, quindi evitalo a meno che non faccia la cacca o sia fradicio.

Nascondi l'orologio. Per quanto sia allettante guardare l'ora, guardare i secondi che scorrono ti farà capire quanto è tardi e quanto poco hai dormito.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta