BELLEZZA

Acne in inverno, da che cosa dipende?

In inverno la pelle è tendenziamente più secca, ma è anche più infiammata e ti capita di avere spesso delle forme di acne. Come mai? Tutta colpa dell'aria fredda che tende a stimolare la produzione di sebo.
LEGGI IN 1'

Sono numerose le persone che in inverno fanno i conti con l’acne. Se l'autunno è un periodo particolarmente favorevole per una bella pelle, l' inverno tende ad essere più rigido. Il sebo aiuta a mantenere la pelle idratata, ma quando è in eccesso può portare all'ostruzione di pori ed eruzioni cutanee. Puoi immaginare che ciò avvenga in estate? Verissimo, ma capita anche con il freddo, perché l’aria secca tende a stimolare la produzione di sebo.

Il freddo e la secchezza provocati dal freddo possono anche causare infiammazioni, uno dei principali fattori patogeni nella formazione dell'acne. In inverno, quando l'esposizione ai raggi UV tende a essere bassa, i conseguenti cambiamenti batterici e immunitari possono aumentare la frequenza degli sfoghi cutanei.

L'esposizione al freddo è anche una forma di stress fisico, soprattutto all'inizio della stagione quando il corpo non è abituato. Per chiunque abbia una malattia infiammatoria cronica della pelle, lo stress aumenta l'infiammazione e causa l'acne.

Per interrompere il circolo vizioso del freddo, ricorda di idratare bene la pelle non appena le temperature si abbassano. Copriti il ​​viso con una sciarpa quando sei fuori, usa un detergente delicato ed evita qualsiasi scrub esfoliante per non aggravare la secchezza. Potresti essere tentata di pulire la pelle più spesso per prevenire le eruzioni cutanee, ma così facendo non farai che esacerbare gli effetti di secchezza dell'inverno.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione