2018/12/11 07:00:2239113

PULITO IN 7 PASSI

Come pulire la libreria

LEGGI IN 3'

La pulizia perfetta

Anche se sei un'appassionata lettrice può accadere che trovandoti di fronte alla tua libreria per pulirla ti senti come di fronte alla muraglia cinese! Tra le pagine dei libri preferiti si annida un'enorme quantità di polvere ad attenderti, e tu lo sai.
Ecco cosa fare per non farti sorprendere dagli acari quando estrai il tuo volume preferito dallo scaffale … e magari per approfittare per fare un po’ di ordine.

Ogni cosa al suo posto

Procurati delle scatole solide per riporre i libri. Se scegli i classici “scatoloni” di cartone, fai attenzione a non caricarli troppo, i libri pesano molto e lo spostamento sarebbe poi difficoltoso. Se i  volumi hanno un ordine ben preciso e vuoi mantenerlo anche dopo le pulizie prova a svuotare ogni ripiano in una scatola diversa.
Se invece al momento la libreria è un’accozzaglia senza criterio approfittane per riporre in ogni scatola un diverso genere letterario: romanzi, saggistica, guide, che poi occuperà un solo ripiano.

Via la polvere

Uno strato di polvere si sarà sicuramente accumulato sulla “testa” dei libri. Evita di rimuoverlo con lo straccio con cui pulirai gli scaffali, potresti inumidire il libro rovinandolo. Utilizza piuttosto una piccola scopina con la quale far volare via la polvere.
Tieni il libro chiuso durante questa operazione per non far entrare la polvere tra le pagine, luogo dal quale sarebbe ancora più difficile rimuoverla. Esegui il movimento dalla zona della rilegatura verso l’esterno, per evitare che la polvere si accumuli contro il bordo della copertina.

Aria tra le pagine

Un po’ d’aria farà sicuramente bene ai tuoi libri, che spesso rimangono chiusi per molto tempo. Se il tempo atmosferico lo permette disponi i libri su un tavolo all’esterno, lasciandoli aperti o almeno distanziando un po’ le pagine.
Fai però attenzione: la carta è molto sensibile all’umidità e se le pagine si “asciugano” troppo in fretta rischiano di arricciarsi! Se la libreria è situata in un angolo molto umido della casa evita quindi di esporre i volumi direttamente alla luce solare.

Scaffali puliti

Ora che gli scaffali sono finalmente liberi spolvera con attenzione tutti i ripiani. Utilizza un prodotto non troppo forte o grasso, e in quantità non troppo abbondante, abbi cura che il legno non si impregni o che sul vetro non si crei una pellicola.
Ricorda che dovrai sempre “fare i conti” con la carta, che è un materiale molto assorbente. Nel dubbio aspetta alcuni minuti che il prodotto sia evaporato del tutto prima di ricollocare i volumi in libreria.

Via l’umidità

Un ambiente secco è di fondamentale importanza per la vostra libreria. Mentre ti dedichi alle pulizie accendi un deumidificatore, operazione che puoi ripetere una volta a settimana, anche senza estrarre tutti i volumi dal loro posto o dedicarti a una pulizia completa.
Anche in questo caso non azionare il deumidificatore a una velocità troppo elevata: il rischio di rovinare o “arricciare” le pagine dei libri passando troppo in fretta da un clima umido a uno asciutto è sempre in agguato!

Un tocco in più

A meno che tu non abbia già diviso i libri per genere o per autore puoi riporre vicini quelli della stessa altezza, questo ti faciliterà quando dovrai rimuovere la polvere dal loro margine superiore con la scopina, come suggerito prima.
Se invece desideri che la tua libreria regali un bel colpo d’occhio, e vuoi approfittare anche per rifare il look alla parete, potresti accostare i volumi in base al colore della copertina.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Silvia

grazie da segiure

1 anno fa

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione