LAVANDERIA

Il detersivo che protegge le mani

LEGGI IN 2'

Da tempo immemore va avanti il dibattito su come considerare il lavoro della casalinga! Da una parte le donne in carriera, quelle che non lo ritengono un vero lavoro, per la mancanza di un capo, di orari e di scadenze, dall'altro chi quotidianamente si occupa della casa e ben sa che se si vuole tutto pulito, brillante e profumato altro che 8 ore di lavoro… In quest’ultimo caso, infatti, fare la casalinga diventa una vera e propria occupazione a tempo pieno, di quasi 24 ore al giorno (sì, perchè spesso durante il sonno si pensa a come organizzarsi il lavoro per il giorno dopo)!

Ci sono da aggiungere, a tutte le incombenze lavorative di una casalinga, tutti i rischi e i pericoli che si affrontano ogni giorno: scaletti da sormontare, prodotti a volte terribili da utilizzare e conseguenti effetti sul corpo da sostenere.

A chi non è mai capitato di guardarsi le mani dopo una giornata passata in casa alle prese con i lavori domestici? Pelle screpolata e unghie sfaldate, per non parlare dello smalto, puff via, un vero disastro. 

Il peggio è sicuramente per chi non possiede l'elettrodomestico "salva mani", la lavastoviglie, ed è costretto a fine pasto, mentre il partner di turno si spaparanza sul divano a rimboccarsi le maniche e immergere le belle unghie, anche dopo una manicure da centro estetico, nell'acqua a contatto con detersivi e rimasugli di cibo sparsi qua e là.

Le nonne usavano una modalità più naturale: immergevano i piatti nell'acqua bollente ottenuta dalla cottura della pasta, questo presuppone, però, che ad ogni pasto si mangi la pasta e si sa oggi la "donna carboidrato" non è più di moda! 

Ecco che, dunque, le donne moderne sono costrette a sperare che tutta quell'acqua e quel detersivo oltre a sciogliere lo sporco non porti via anche lo smalto e la bella manicure. 

Una soluzione ottima può essere indossare dei guanti, sperando di trovarli della misura giusta per le proprie mani e non tanto riscaldanti da far sciogliere lo smalto, altre valide alternative possono essere l'uso di una spugnetta spessa, alta in modo da far sì che le unghie siano più riparate possibile o fare un lavoro di prevenzione, passando una crema idratante sulle mani prima di immergerle in acqua così da creare un piccolo film protettivo o fare un paio di passate di top coat in più. 

Solo alla fine di questo post vogliamo però svelarvi il metodo, l’unico e il solo, che abbiamo riscontrato per non rovinare le nostre belle manine dall’operazione lavaggio piatti: spostarsi sul divano al posto del partner e usare tutte le doti seduttive possibili per convincerlo a lavare i piatti al posto nostro. Che ne dite?

Siete single? Molto più semplice per voi, meno piatti da lavare e un detersivo fatto a posta per le mani e per unghie, il Dixan Piatti con il suo vestito rosa è ricco di Vitamina E che salvaguardia la naturale bellezza delle mani senza distruggere le unghie. Provare per credere.

Sonia e Letizia
Scritto da:

Sonia e Letizia

Cresciute nel Cilento tra struffoli e frittate della mamma. Letizia, a Milano, si occupa di comunicazione, vivrebbe sei mesi l’anno a Procida, vendendo fiocchetti rosa e sei mesi in giro per il mondo munita di piastra e una valigia colma di make up un-essentials. Sonia è una maestra forever in wonderland. Vive a Gorizia, bionda per status, frivola per necessità, sempre alla ricerca della leggerezza, creativa, ha un’unica fede: la contraddizione.

Il nostro blog

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione