CUCINA

La sicurezza alimentare

La sicurezza alimentare è il requisito essenziale per condurre uno stile di vita sano al riparo da possibili effetti allergici, ma anche da complicazioni più gravi dovute alla poca attenzione riposta nel maneggiare gli alimenti.
LEGGI IN 3'

L’alimentazione e il cibo sono fattori imprescindibili quando si parla di sicurezza domestica. La qualità e la freschezza degli alimenti che servi in tavola sono imprescindibili per non incorrere in spiacevoli incidenti o a veri e propri danni per la salute di tutta la famiglia. Cibo mal preparato o mal sterilizzato, infatti, è all’origine di vere e proprie intossicazioni alimentari, mentre le infezioni alimentari sono la conseguenza di cibi crudi o cotti presi di mira dai microbi

Gli avvelenamenti sono un altro importante fattore da non sottovalutare perché, per la maggior parte degli alimenti pericolosi, come i funghi, non esiste nessun antidoto. Anche i più piccoli errori nella preparazione, nella cottura o nella conservazione dei cibi, dunque, possono trasformare un’abitudine quotidiana in una brutta avventura!

Attenzione alla qualità

L’alimentazione sicura parte dalla scelta di prodotti di qualità e, dunque, da una spesa accorta fatta con pazienza ed intelligenza. Ben vengano gli alimenti sfusi a patto di essere sufficientemente informati sulla data di scadenza e conservabilità. La frutta e la verdura devono essere sode e fresche: è bene rinunciare dunque se i frutti sono ingialliti o se presentano brutte macchie scure.
Attenzione a surgelati e congelati che vanno riposti immediatamente in capienti borse termiche e riposti in congelatore il prima possibile. Allo stesso modo è opportuno non acquistare i prodotti che riportano l’etichetta "conservare al fresco" quando di fatto essi non siano venduti con questo tipo di precauzioni.

Leggi l’etichetta!

È necessario che la confezione dell’alimento riporti necessariamente:

1 la data di scadenza, ovvero il termine entro cui l’alimento mantiene le sue proprietà inalterate e la cui buona conservazione può pregiudicare irrimediabilmente il prodotto

2 le modalità d’uso, ovvero le informazioni che suggeriscono come conservare, cuocere e utilizzare il prodotto

3 il peso netto, il luogo di produzione e quello di confezionamento

4 gli ingredienti


La sicurezza alimentare, ovvero la certezza di sentirsi sicuri con il cibo, è il requisito essenziale per condurre uno stile di vita sano al riparo da possibili effetti allergici, ma anche da complicazioni più gravi dovute alla poca attenzione riposta nel maneggiare gli alimenti.

Organizzare la spesa

La conservazione degli alimenti non riguarda solo il frigorifero, ma si concretizza in molte e differenti tecniche in grado di rendere le pietanze resistenti alle alterazioni. La giusta conservazione passa dalla scelta di spazi puliti e privi di umidità dove conservare al sicuro gli alimenti. Chiudere gli alimenti in contenitori a chiusura ermetica e non assaggiare o utilizzare cibi provenienti da confezioni non integre o danneggiate.
Dopo aver valutato l’esatta data di scadenza sulla confezione ed averla aperta, riporre la porzione avanzata in un contenitore ben chiuso e precedentemente lavato sul quale applicherai un’etichetta con la data di scadenza indicata sulla confezione che getterai. In ogni caso getta via, senza assaggiare, tutti i prodotti dall’odore sgradevole o le confezioni rigonfie.

Conservare in frigorifero

Il frigorifero è un elettrodomestico utile a preservare dai pericoli e rischi del cibo. La temperatura interna dello stesso deve essere compresa tra i 2 e 4 gradi. Il frigo non va riempito eccessivamente e ogni alimento deve essere riposto nel suo esatto scompartimento: le carni nella zona più fredda, gli ortaggi in appositi cassetti, dopo averli lavati.  Il frigorifero deve essere sempre ben pulito e senza brina. È fondamentale controllare che le porte si chiudano ermeticamente, precauzione indispensabile anche per abbattere i consumi. Periodicamente è consigliabile lavare a fondo il frigorifero utilizzando acqua tiepida e aceto, possibilmente dopo aver staccato l’alimentazione.

L'igiene in cucina

La cucina è il luogo dove i cibi vengono preparati e conservati, il suo spazio deve essere quindi ben pulito e arieggiato. Oltre alla corretta igiene personale prima di dedicarsi alla preparazione del cibo e specialmente nel maneggiare la carne cruda, i salumi, il pesce crudo e le uova. Anche i piani di lavoro, così come gli utensili, devono essere puliti, separando quelli per l’uso con i cibi cotti da quelli per i cibi crudi.
Il cibo non deve essere contaminato e, a questo scopo, è fondamentale tenere i rifiuti lontano dalla zona di cottura, così come per i prodotti chimici (detersivi e disinfettanti) che solitamente utilizzi per pulire gli ambienti. Infine, se si sceglie di cucinare gli alimenti al microonde è bene assicurarsi che ogni parte del cibo raggiunga le alte temperature e che la cottura sia uniforme.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta