CUCINA

Il forno

LEGGI IN 3'

L'utilizzo

Il forno è un elettrodomestico indispensabile se te la cavi bene in cucina e vuoi sorprendere i tuoi ospiti con manicaretti ricercati e specialità sempre nuove. La cottura e le preparazioni possono variare a seconda delle funzioni prescelte. Oltre al forno statico, sostituibile efficacemente anche dalla cottura a forno ventilato dei dolci e dei composti lievitati, è possibile sperimentare anche il grill, ventilato o meno, per gratinare i cibi e renderli incredibilmente saporiti.

La durata media di un forno, se ben utilizzato, arriva anche oltre i 15 anni, prestando attenzione alle parti più sensibili: in particolare lo sportellino del forno. Naturalmente, regolandoci individualmente sul consumo medio della famiglia, riusciremo facilmente a valutare se e quando sia il caso di sostituire il vecchio elettrodomestico con un modello più funzionale, che garantisce un risparmio energetico assicurato!

La pulizia
Naturalmente la pulizia del forno è una prevenzione necessaria per garantire lunga vita al tuo elettrodomestico! Oltre ad una vera e propria questione di igiene, la pulizia costante dell’elettrodomestico è importante per garantire il risparmio dei tuoi consumi e la sicurezza dell’utilizzo funzionale e corretto. I pannelli interni all’elettrodomestico, se sporchi, riflettono il calore meno efficacemente che se puliti e scintillanti.

Quando il forno è ancora tiepido si può detergere la superficie con un panno imbevuto in una soluzione di acqua e bicarbonato. Quando, invece, ci si trova davanti ad uno forno molto incrostato è allora possibile pulire con gli appositi prodotti sgrassanti che si trovano in commercio o, in alternativa, con altri trattamenti naturali come il sale e l’aceto.

I ‘sintomi’ del cattivo funzionamento
Ci sono veri e propri sintomi che fanno immediatamente capire quando giunge l’ora di sostituire il vecchio forno con uno di ultima generazione. Se i mobili circostanti diventano caldi, se la porta del forno ha una crepa o se i cibi non vengono ben cotti è chiaramente arrivata l’ora di salvaguardare la sicurezza in cucina sostituendo l’elettrodomestico.

Ogni volta che si accende il forno è bene verificare che entri in gioco una ventola complice di creare una barriera protettiva al calore che raffredda la maniglia della porta. Se questo non accade, per evitare spiacevoli conseguenze, è bene rivolgersi tempestivamente ad un tecnico che provvederà a sostituirla con una nuova. Lo stesso nel caso della porta danneggiata: le fuoriuscite di calore sono pericolosissime per l’incolumità di tutti gli abitanti.

Le regole del microonde
Sul microonde, fratello più giovane del classico forno, si aggirano tante scomode dicerie che rendono tutt’oggi l’utilizzo di questo elettrodomestico avvolto in una nube di mistero. È anzitutto da sfatare il mito riguardante la persistenza delle radiazioni a fine cottura perché, al contrario, il campo elettromagnetico per mezzo del quale il forno ‘cucina’ scompare non appena si apre lo sportellino.

Questo non significa che le precauzioni da adottare non esistano perché, di fatto, è bene ricordare di non utilizzare mai contenitori metallici all’interno del forno che potrebbero danneggiarsi o aumentare le radiazioni. Inoltre è bene non utilizzarlo se la porta è danneggiata o non si chiude perfettamente e ricordare di sostare a circa un ‘braccio’ di distanza quando l’elettrodomestico è in funzione.

Precauzioni utili
Il forno elettrico è un apparecchio delicato da utilizzare nel modo corretto. La prevenzione parte dal corretto modo d’uso che prevede un uso scrupoloso di presine e guanti adatti a maneggiare piatti e teglie calde. Nessun oggetto deve essere posto sul fondo del forno, ma sempre sull’apposita griglia, proprio per facilitare la presa sicura, a prova di ustioni!

Un forno pulito è un forno sicuro. La presenza di residui di cibo, infatti, può far aumentare le possibilità di fiamme e scintille. I bambini non dovrebbero mai avvicinarsi ad un forno acceso ed è anche per questo che i nuovi modelli ‘a colonna’ sono la soluzione ideale se non si vogliono correre rischi. Il raffreddamento del forno avviene sempre lasciando aperto lo sportello e facendo defluire l’aria calda. I modelli più nuovi, invece, possiedono un raffreddamento automatico, per mezzo di un’utilissima valvola disperdi-calore.

 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta