INTERNI

Ogni casa ha il suo profumo

E' giusto personalizzare ogni stanza della casa con una fragranza particolare e possibilmente differenziare le profumazioni utilizzando essenze diverse. Gli odori sgradevoli non vanno mai coperti con i profumi, ma vanno prima di tutto eliminati arieggiando la casa.
LEGGI IN 3'

Ogni casa ha il suo profumo, un odore personale che parla della vita che vi scorre e dei suoi inquilini. Il profumo è anche il biglietto da visita con il quale accogliamo gli ospiti nei quali rimarrà indelebile il ricordo di una essenza particolarmente piacevole, è quindi importante che sia il più naturale e piacevole possibile. E' giusto personalizzare ogni stanza della casa con una fragranza speciale e possibilmente differenziare le profumazioni utilizzando essenze diverse tra loro per ricreare armonia e l'atmosfera migliore.

Nelle zona giorno si sposano bene le fragranze stimolanti, balsamiche e antisettiche che provengono dagli olii essenziali ottenuti dal timo, dal ginepro, dal bergamotto e dal pino. Per lo studio, dove è richiesta concentrazione, è adatto il profumo del limone, del rosmarino, della menta o del mughetto.

Salvia e abete detergono e rinfrescano l'aria del bagno mentre in cucina sono utili i profumi agrumati come il pompelmo, il limone, l'arancio, il bergamotto che purificano l'aria ed assorbono gli odori sgradevoli oppure la santoreggia e il ginepro che stimolano l'appetito.

Nella zona notte l'atmosfera si rilassa utilizzando l'essenza della rosa, della lavanda e del legno di cedro mentre per la stanza dei bambini un effetto distensivo è dato dalla melissa, dalla camomilla e dal finocchio. Per accendere l'aria in camera da letto con toni esotici vanno bene il sandalo, il patchouli o il ylang ylang.  In casa è sempre meglio evitare essenze troppo eccitanti come quella della tuberosa.

Gli odori sgradevoli non vanno mai coperti con i profumi, ma vanno prima di tutto eliminati arieggiando la casa e poi una volta che l'ambiente è ritornato neutro è possibile aromatizzarlo in modo da rendere l'aria più gradevole.

Meglio le profumazioni chimiche o quelle naturali? La chimica è riuscita a riprodurre alcune essenze che oggi sarebbero perdute come quella del 'muschio bianco' che proveniva dalle ghiandole di una particolare specie di cervo oggi quasi estinto. L'essenza che proviene da un fiore risulta sicuramente più intensa e piena.

Ora vediamo una carrellata sui principali strumenti con i quali puoi diffondere le note profumate della tua essenza preferita:

  • Il diffusore permanente emana la profumazione scelta tramite bacchette o bastoncini che rilasciano l'essenza molto lentamente rimanendo attivi per circa tre mesi
  • Per deodorare l'aria delle stanze possiamo versare qualche goccia dell'essenza scelta direttamente nelle vaschette umidificatrici dei termosifoni.
  • I pot-pourri sono molto coreografici e spesso contengono oltre ai petali anche piccoli pezzi di legni odorosi. Dopo qualche tempo però la profumazione va alimentata versando sopra i fiori secchi qualche goccia di olio essenziale. 
  • Le candele profumate hanno tempi d'azione molto lunghi e la profumazione si sente dopo circa mezz'ora da quando vengono accese. Per evitare che facciano fumo fai attenzione che lo stoppino sia molto lungo. Al momento dell'acquisto verifica che i prodotti contenuti nella candela non contengano lacche e solventi tossici o che abbiano stoppini al piombo che potrebbero sprigionano nell'aria fumi nocivi.
  • Gli incensi, spesso sotto forma di bastoncini, rilassano l'ambiente per molte ore dopo la fine della loro combustione
  • I diffusori a candela diffondono la profumazione scaldando dell'acqua nella quale vengono aggiunte alcune gocce dell'essenza desiderata, una volta accesa la candelina sotto il recipiente l'aroma comincia a diffondersi.
  • La lampada catalitica deodora l'ambiente grazie ad una combustione che avviene tramite fiamma solo nella parte iniziale. La lampada toglie l'odore nella stanza senza privarla dell'ossigeno e senza fumo ed è quindi adatta anche per la camera da letto.

La più famosa lampada catalitica, che diffonde il profumo tramite una pietra rovente, è quella prodotta da oltre 100 anni dall'azienda parigina Lamp Berger. L'omonima lampada è un profumatore d'ambiente nato prima di tutto per purificare l'aria negli ospedali poiché è in grado di annientare i cattivi odori grazie ad un processo detto catalisi che distrugge anche i germi presenti nell'aria. Oggi la 'Lampe Berger', presente con la linea 'Tendances' e 'Segnature', è fornita di numerosi modelli di diffusori alcuni dei quali sono stati disegnati da famosi scultori e prodotti in quantità molto limitate, si avvale inoltre di circa 25 diverse profumazioni.

 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta