BRICOLAGE

Trucchi contro la ruggine

LEGGI IN 3'

Cosa è la ruggine?

Almeno una volta vi sarà capitato di avere a che fare con la ruggine. L’umidità, o l’acqua, e l’ossigeno diventano i reagenti di un fenomeno di ossidazione che va a interessare quasi tutti i metalli, formando la fastidiosa patina rossastra. È molto probabile quindi che su un oggetto in ferro, ottone o simili, soprattutto se collocato all’esterno o comunque in un ambiente non secco, si formi, col passare del tempo, ruggine.
Avere a che fare con la ruggine significa anche tentare di rimuoverla. Cerchiamo di capire come fare, sia che si tratti soltanto di un “innocente” strato superficiale o di ruggine del ferro vera e propria, che può intaccare l’oggetto più in profondità e alterarne perfino la struttura.

Come rimuoverla “meccanicamente”

Il primo step per tentare di sbarazzarsi della ruggine è sicuramente quello di utilizzare materiali abrasivi per rimuoverla meccanicamente. Questa soluzione è vincente quando la ruggine ha una consistenza piuttosto solida, di “polvere” e non di “patina”, quando insomma è possibile grattarla via senza correre il rischio di graffiare il materiale sottostante.
Puoi usare una spazzola metallica oppure una lima, compiendo movimenti che vadano sempre nello stesso verso. Una valida alternativa è anche la carta vetrata, o carta abrasiva, da usare manualmente oppure montata su una levigatrice elettrica. La smerigliatrice potrà esserti anch’essa d’aiuto se la superficie da pulire è molto estesa. Quando utilizzi questi attrezzi ricorda di proteggerti con occhiali e una mascherina, dal momento che producono molta polvere.

La ruggine del ferro

Se la tattica di abrasione della ruggine non ha dato risultati puoi ricorrere a delle miscele che funzioneranno da solventi. Ad esempio mescolando sale grosso con succo di limone e lasciando agire sulla parte arrugginita per almeno mezz’ora, rimuovendo poi con un panno bagnato d’acqua. Utilizza sempre i guanti per queste operazioni.
Il cloruro stannoso diluito in acqua molto calda è un’altra valida alternativa, anche se reperire la materia prima potrebbe non essere facilissimo. Facilmente reperibili sul mercato invece sono prodotti già pronti, a base di acidi inorganici e liquidi detergenti che eliminano la ruggine e preparano il metallo al successivo trattamento di verniciatura antiruggine, consigliato in questi casi.

Altri metalli ossidati

Problemi analoghi si presentano anche per altri metalli. Se un rubinetto in ottone inizia ad ossidarsi l’antidoto l'hai già in casa: l’aceto bianco. Versane qualche goccia su un panno e strofina bene la parte rovinata. In alternativa puoi usare anche succo di limone. Se il problema si presenta su utensili con lame in acciaio, come ad esempio seghe e seghetti, passa la lama con della paraffina liquida.

La prevenzione

Puoi fare qualcosa anche per la prevenzione della ruggine, soprattutto su oggetti particolarmente esposti alle intemperie, come ringhiere, cancelli o recinzioni. In una giornata non troppo calda, altrimenti evaporerebbe subito, passa le superfici metalliche con della nafta o della benzina, a seconda del materiale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta