BRICOLAGE

Tinteggiare le pareti di casa

LEGGI IN 3'

Preparare la stanza e i materiali

Il primo passo è quello di scegliere bene il colore e il tipo di materiale. Quando avrai tutti i colori e gli attrezzi a portata di mano potrai iniziare a preparare la stanza per la pittura. In questa fase serviranno teli di plastica o vecchie lenzuola, stucco da parete, nastro adesivo di carta, spatole metalliche, giornali e carta vetrata.
Dovrai cercare il più possibile di svuotare la stanza, spostando fuori tutti i mobili, oppure ammassandoli al centro della stanza. Copri quindi per bene il pavimento con i teli o i vecchi giornali e copri tutti i battiscopa e i serramenti con il nastro adesivo. Elimina chiodi e quadri dalle pareti, coprendo buchi e crepe con lo stucco. Ricopri o togli gli eventuali lampadari o punti luce e copri tutte le prese elettriche. Naturalmente togli le tende dalle finestre.

Pulire e stuccare le pareti

Le pareti, per poter assorbire al meglio la nuova pittura, devono essere preparate al meglio. Usa la carta vetrata o i raschietti per eliminare eventuali parti di pittura che si sta scrostando, carteggia delicatamente fino a livellare le eventuali imperfezioni. Buchi o fessure vanno ricoperti con lo stucco da pareti, per comodità è preferibile scegliere un prodotto già pronto all’uso.
Aspetta un po’ che lo stucco si asciughi e quindi pulisci e spolvera per bene le pareti eliminando polvere, muffe e ragnatele. Rimuovi per bene la polvere, soprattutto dalla parte superiore del battiscopa passando con un panno umido. Nel caso ci sia del mobilio al centro della stanza non dimenticare di coprirlo con un telo e di coprire le mostrine degli infissi con la carta gommata.

Stendere la pittura

Prepara il colore mischiandolo per bene con un bastone all’interno del bidone. Tieni pronta la rete che serve per scolare il colore in eccesso, inizia quindi a stendere la pittura sul soffitto utilizzando il pennello. Passa poi a stendere il colore sul perimetro del soffitto facendo attenzione a non sbavare eccessivamente sulle pareti.
Colora superfici piccole, massimo dieci centimetri alla volta. Per colorare la parte centrale del soffitto potrai utilizzare invece il rullo che ti permetterà di procedere più rapidamente. Potrai scegliere se utilizzare una prolunga oppure una scala d’appoggio. Spesso una mano di colore non è sufficiente, ne serviranno tre o anche quattro, l’importante è che l’ultima mano sia longitudinale alla finestra. Per la pittura delle pareti segui gli stessi consigli, l’importante è pitturare sempre in verticale.

Alcune tecniche di pittura particolari

- Spugnatura: facile da eseguire viene fatta utilizzando una semplice spugna che viene imbevuta nella pittura e usata per tamponare la superficie scelta seguendo movimenti rotatori, controllando ogni tanto l’effetto ottenuto.
- Velatura: questa tecnica prevede di utilizzare diversi strumenti per ottenere diversi strati di colore, ad esempio un fondo definito con il pennello, mentre con un panno si otterrà un effetto superiore più morbido.
- Patinatura: questo effetto si ottiene attraverso un movimento incrociato del pennello sulla superfice in modo da lasciare i classici segni delle setole sulla parete.


Effettua sempre delle prove di colore, anche su carta o fogli di cartone, prima dell’inizio di ogni lavoro.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione