RICETTARIO

Torta Pasqualina: la ricetta originale

  • PIATTI UNICI
  • PER GRANDI OCCASIONI
  • MEDIA
  • 1 ORA E 30

INGREDIENTI

4 rotoli di pasta sfoglia pronta

1Kg di spinaci lavati

12 uova, di cui 8 divise dagli albumi

1 cipolla piccola bianca

1/2Kg di ricotta di mucca fresca

150gr di parmigiano grattugiato

Foglie di maggiorana da 2-3 rametti

Olio extravergine di oliva quanto basta

Sale e pepe

Noce moscata

 

PREPARAZIONE

Non c’è Pasqua senza torta Pasqualina fatta in casa, un piatto tipico della festa e della nostra tradizione, che si caratterizza per la presenza delle uova sode al suo interno. In più, questa ricetta salata buonissima, prevede anche spinaci e ricotta, oltre a parmigiano e maggiorana, che può essere anche sostituita con altre aromatiche.

Per tradizione ligure, da dove la Pasqualina ha origine, si adoperano le bietole e la quagliata, un formaggio locale che è difficile da reperire fuori regione. È per questo che, in una sorta di globalizzazione della pietanza, si è deciso di sostituire in tutta Italia le erbette con gli spinaci e la quagliata, o prescinseua, con la ricotta.

Di seguito la ricetta della torta Pasqualina come la conosciamo in ogni zona del Belpaese, una sorta di versione originale non ligure ma italiana, conosciuta da tutti. La pasta sfoglia di cui è fatta si può eseguire in casa o acquistare già pronta, in modo da accorciare i tempi di preparazione.

La ricetta della torta Pasqualina

Come prima cosa, facciamo soffriggere la cipolla con poco olio ed un pizzico di sale in una padella ampia, versando gli spinaci non appena è imbiondita. Il coperchio è utile per far cuocere in modo omogeneo la verdura, a cui serviranno pochi minuti per appassire ed essere lasciata ad intiepidire, mentre ci occupiamo del resto del ripieno.

In una coppa ampia mettiamo la ricotta e due uova, aggiungendo sale e pepe e sbattendo con cura per amalgamare tutto. A questo punto aggiungiamo 1/3 del parmigiano ed insaporiamo con la noce moscata. Non appena gli spinaci saranno tiepidi, filtriamoli con un colino per eliminare il liquido, poi tritiamoli in maniera grossolana, aggiungendo anche la maggiorana.

Il composto andrà trasferito in una ciotola, aggiungendo anche il formaggio grattugiato e due altre uova e mescolando per qualche minuto. Dopo di che si passa alla stratificazione della torta Pasqualina, usando la pasta sfoglia già pronta, che evita di farci perdere ulteriore tempo se abbiamo molto da fare ai fornelli.

Ci servirà una tortiera di circa 28cm di diametro, che andrà spennellata con olio o burro e sui cui adageremo la prima sfoglia tirata. È molto importante che la pasta aderisca accuratamente ad ogni parte della tortiera e che sbordi di una decina di centimetri fuori. Poi spennelliamo la superficie di olio e posiamo la seconda sfoglia.

Gli spinaci ora possono essere trasferiti su questo impasto, usando una spatola per livellare la verdura e non lasciare spazi vuoti. Dopo di che versiamo la ricotta e livelliamo anche questa, praticando successivamente dei piccoli incavi con il dorso di un cucchiaio, nei quali dovremo mettere delicatamente i tuorli di uovo avanzati.

Con gli albumi ed una presa di sale formiamo invece una neve ferma, da versare sopra la nostra torta, chiudendo con la terza sfoglia. Anche in questo caso spennelliamo con olio ed infine adagiamo la quarta ed ultima sfoglia, richiudendo i bordi di tutte, arrotolandoli in superficie.

In ultimo, spennelliamo con olio e usiamo una forchetta per appiattire i bordi della torta, che va infornata a 180° C per circa un’ora, usando la parte bassa del macchinario. Ecco che la nostra Pasqualina è pronta per essere sfornata, con la superficie dorata e il suo ripieno goloso che porta subito la mente ai giorni di festa.

La lasceremo intiepidire prima di portare in tavola, dove la taglieremo lasciando vedere la sorpresa della farcia con le uova intere.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione