CONSIGLI DI VIAGGIO

Svezia, quando andare e cosa vedere

LEGGI IN 3'

La Svezia è una splendida terra da scoprire, come tutta la Scandinavia, la penisola del Nord Europa che comprende anche Norvegia e Finlandia. Siamo nella regione più settentrionale del vecchio continente, bagnata dal Mar Baltico, dove sconsigliamo di fare una nuotata viste le acque gelide. Se ti stai chiedendo quando andare in Svezia e cosa vedere durante il tuo viaggio, ti offriamo noi tutte le indicazioni utili per organizzare le prossime vacanze.

Innanzitutto nel paese scandinavo preparati a fare una scorpacciata di natura tra laghi, foreste, boschi di conifere, tundre, che ricoprono praticamente tutto il paese, tra un agglomerato di case e l'altro. Tanti i parchi naturali da visitare per scoprire la parte svedese della Lapponia. Ovviamente non mancano le grandi città come Stoccolma, la capitale, Goteborg, Malmo. Puoi anche andare sulle tracce dei vichinghi andando a Uppsala e visitando i numerosi musei presenti.

Ma quando andare in Svezia per godere del clima migliore? Dipende ovviamente cosa cerchi dalla tua vacanza. Il clima è ovviamente più temperato al sud e decisamente polare al nord, perché le correnti di aria fredda del Polo Nord si fanno sentire. Se vuoi vivere la Svezia in inverno, devi sapere che al sud le temperature vanno spesso sotto lo zero ma senza esagerare: da novembre ad aprile è inverno pieno. Al Nord, nella Lapponia, si possono anche raggiungere i - 40.

Piacevole la primavera, quando le temperature, soprattutto nella zona meridionale, arrivano anche a 20 gradi, in particolare tra giugno ed agosto. Se vuoi goderti la Svezia invernale, puoi anche contare su nevicate abbondanti e ghiaccio che ricopre ogni cosa: approfittane per andare in motoslitta o alla ricerca di Babbo Natale. Mentre se vuoi goderti la stagione più calda, il consiglio è di andare da giugno ad agosto, quando tra l'altro le giornate sono più lunghe e le notti praticamente assenti.

Cosa vedere in Svezia

La zona più viva di questa nazione è sicuramente quella che da Stoccolma si protende verso il mar Baltico verso la vicina Danimarca. In questa area, oltre alla penisola, sono da visitare le tante piccolissime isole che si sono venute a creare a seguito dell’attività glaciale. Fra queste la più grande è Gotland.

Il nostro viaggio in Svezia inizia da qui, dall’isola in cui troviamo il più alto numero di ritrovamenti preistorici che riguardano il periodo dal neolitico all’età del bronzo. La regione è stata inoltre luogo di passaggio dei crociati in viaggio verso la Terra Santa.

Il paesaggio di quest’isola è mozzafiato, grazie alle sue imponenti formazioni rocciose, chiamate rauk, intervallate da spiagge sabbiose. Ritornando sulla terraferma dovremo fare sicuramente sosta a Stoccolma, la capitale. Denominata spesso la Venezia del nord, per la sua conformazione che vede la città sorgere su 13 isole collegate da ponti e gallerie.

Qui, più che nelle altre città, alla tradizione si è affiancato la sensibilità verso l’arte moderna. Un esempio contemporaneo è rappresentato dalla metropolitana che, per prima, ha ospitato opere di grandi artisti, per un totale di 90 stazioni decorate.

Salendo possiamo visitare Uppsala, con la sua Cattedrale iniziata intorno al 1270, che conserva al suo interno lo scrigno del re Erik IX il Santo. A 11 chilometri da Uppsala troviamo anche la cittadina di Mora Stenar, località in cui venivano eletti i primi re svedesi, il cui nome veniva inciso su una pietra.

Tutto questo rende il viaggio in Svezia una ricerca tra antichità e modernità, tra cimeli medioevali e design di tendenza.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione