CRESCITA

7 segnali che il bambino è pronto per i cibi solidi

Quando si può iniziare lo svezzamento? Ovviamente, sarà il pediatra a darti il via. Puoi però iniziare a capire se il piccolo è pronto da alcuni segnali che dovrebbero abbastanza espliciti.
LEGGI IN 1'

Iniziare la svezzamento è un momento importante per il bambino, ma anche per i genitori, perché inserisce un cambio di marcia e di abitudini. Molti bambini sono pronti per i cibi solidi tra i 4 ei 6 mesi. in linea di massima, l’Oms invita ad allattare fino almeno al sesto mese in modo esclusivo. Qualsiasi decisione dovresti prenderla con la pediatra.

Se il bambino non dà segni di essere pronto, non avere fretta. Il latte materno o la formula fornisce tutte le calorie e il nutrimento di cui il tuo bambino ha bisogno. I neonati non hanno le capacità fisiche per deglutire cibi solidi in modo sicuro e il loro sistema digestivo non è abbastanza maturo per questo passaggio. Quali sono i segnali che il bambino ti manda, che dovrebbero aiutarti a capire se sei puoi passare alla pappa solida:

  • l tuo bambino ha un buon controllo della testa.
  • Perde il riflesso di spingere il cibo fuori dalla bocca.
  • Si siede in posizione eretta.
  • Fa movimenti di masticazione.
  • Ha raddoppiato il suo peso dalla nascita e ha almeno 4 mesi.
  • Sembra affamato - anche con 8-10 poppate di latte materno o artificiale.
  • È curioso di sapere cosa stai mangiando.

Se il tuo bambino mostra segni di prontezza e il suo medico dice che va bene puoi iniziare lo svezzamento. Il modo più sicuro è avere seguito il corso di primo soccorso di disostruzione pediatrica. Non offrire al tuo bambino alimenti che possono comportare rischi di soffocamento, come noci, uva, popcorn e cibi tagliati a monete.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta