ERBORISTERIA

Caviglie gonfie, i rimedi della nonna per avere sollievo dal problema

LEGGI IN 2'

Con i primi caldi, torna a farsi sentire un problema piuttosto fastidioso, quello delle caviglie gonfie. Fumo, eccessiva sedentarietà, dieta troppo ricca di zucchero e sale o alcolici, consumo scarso di frutta, verdura e acqua, non fanno altro che peggiorare il disagio.

La stasi venosa che è alla base di tutto e che impedisce al sangue di rifluire correttamente verso il cuore, è causata da diversi fattori, alcuni ereditari, alcuni contestuali (es. uso di alcuni farmaci, gravidanza, sovrappeso), altri semplicemente casuali, dati dal cambio di stagione o magari da giornate passate troppo tempo in piedi.

Per risolvere il problema delle caviglie gonfie bisogna innanzi tutto andare a capire da cosa sia generato questo sintomo e cercare così di eliminare la causa scatenante. Per darci sollievo possiamo comunque affidarci ad alcuni rimedi della nonna molto validi e del tutto naturali.

Tanto per cominciare parliamo di posizioni. Se per lavoro o per studio siamo costrette a stare molto tempo sedute, senza poterci muovere troppo dalla scrivania, cerchiamo almeno di fare dei piccoli esercizi sul posto per stimolare la circolazione. Ruotiamo le caviglie, estendiamo il piede in avanti e indietro e se riusciamo, massaggiamo ogni tanto il calcagno per svegliare la circolazione.

Importantissimo anche come dormiamo. Mettere un cuscino sotto al materasso in direzioni dei piedi, ci aiuta infatti a sollevare le estremità e a far defluire meglio il sangue. Dormire con le gambe leggermente in alto, a sufficienza affinché il piede sia più in su rispetto al cuore, ci permetterà di svegliarci con le caviglie meno gonfie e doloranti.

Un ottimo rimedio per svegliare la circolazione periferica assopita, causa delle tanto odiate caviglie gonfie, è di fare le cosiddette docce alternate. Quando possiamo mettiamoci in vasca e col doccino irroriamo le gambe con un'alternanza di acqua fredda e calda. Molto adatti a darci sollievo dal problema anche i pediluvi. I migliori sono con acqua caldo-tiepida e Sali di Epsom, oppure aceto di mele, meglio se con l'aggiunta di poche gocce di olio essenziale di lavanda o di menta piperita.

Gli oli essenziali sono ottimi anche per i massaggi. Usiamo come attivatore dell'olio al sandalo insieme ad olio essenziale di neroli o rosmarino, ottimi per favorire la circolazione sanguigna. In aggiunta, rispolveriamo un vecchio ma efficace rimedio della nonna contro la ritenzione idrica locale, che prevede che si usino foglie di cavolo o fette di patate come bendaggio sulle zone doloranti, sfruttando il potere assorbi edema di questi prodotti.

Ovviamente, per risolvere efficacemente il problema delle caviglie gonfie, facciamo le brave anche dal punto di vista alimentare, ricordandoci di seguire una dieta equilibrata e di bere più acqua e succhi di frutta e verdura non salati e non zuccherati. Ma rammentiamo anche di consumare quotidianamente un po' di frutta secca, ricca di vitamina E, che ha rinomate proprietà diuretiche e ci permette di liberarci dei liquidi stagnanti che gonfiano le nostre estremità. Ci sentiremo meglio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione