RICETTARIO

La ricetta delle graffe senza patate semplice e buonissima

  • DESSERT
  • REGIONALI
  • FACILE
  • 1 ORA

INGREDIENTI
- 125 ml di acqua tiepida - 125 ml di latte intero tiepido - 1 uovo grande - 5 grammi di lievito di birra secco disidratato o in alternativa 20 grammi di lievito di birra fresco - 30 grammi di zucchero - 500 grammi di farina (metà manitoba e metà 00) - 50 grammi di burro morbido - 8 grammi di sale - la buccia grattugiata di un limone - la buccia grattugiata di un'arancia - zucchero semolato - cannella - 1 litro di olio di semi di arachidi per friggere le graffe
PREPARAZIONE

La ricetta delle graffe senza patate è perfetta per chi vuole un po' di leggerezza, portando in tavola un dolce della tradizione napoletana da leccarsi i baffi. In questo modo, sia con la cottura al forno, decisamente light e ideale per chi è a dieta, sia con la cottura in padella tramite frittura, potrete avere dolcetti soffici e davvero molto saporiti.

La ricetta tradizionale delle graffe napoletane prevede l'utilizzo delle patate, ma c'è chi non le usa e ottiene comunque un risultato che conquisterà i palati di tutti coloro che avranno la fortuna di assaggiarlo. Che ne dici di andare in cucina e provare a realizzare le graffe, che altro non sono che ciambelle o donuts dal sapore intenso e gustoso?

Andiamo subito ai fornelli!

Come si preparano le graffe senza patate, con la nostra ricetta

Per prima cosa mescola insieme il latte e l'acqua tiepidi: puoi usare l'impastatrice oppure lavorare in una ciotola capiente. Unisci lo zucchero e il lievito di birra.
Continua a mescolare con cura e poi aggiungi l'uovo sbattuto, insieme alla buccia grattugiata del limone e dell'arancia.
Aggiungi un po' per volta la farina e il sale, mescola con cura.
Unisci poi il burro morbido che avrai tagliato in piccoli pezzi.
Lavora l'impasto con l'aiuto dell'impastatrice oppure a mano. Devi ottenere un impasto morbido ed elastico.
Prendi l'impasto e posizionalo sul piano di lavoro precedentemente infarinato o imburrato. Ricordati di mettere un po' di farina anche nelle mani per evitare che si attacchi.
Lascia lievitare l'impasto in una ciotola unta e coperta con un pezzo di pellicola alimentare. Scegli un luogo asciutto e caldo. Puoi anche posizionare la ciotola nel forno spento con luce accesa, preriscaldato a 50 gradi.
Quando il composto ha raddoppiato il suo volume, stendilo di nuovo sul piano di lavoro infarinato per ottenere poi delle ciambelle con diametro di 7.5 centimetri.
Fai riposare per 10 minuti e poi posiziona le graffe su una teglia rivestita con carta da forno.
Dopo 40 minuti puoi cuocerle in forno a 200 gradi per 10 minuti.
Se, invece, le vuoi friggere non serve farle riposare: scalda in una padella l'olio per la frittura e friggi le graffe. Quando sono dorate da entrambi i lati, sono pronte.
Servile calde con un po' di burro fuso e zucchero semolato sopra. E anche un pizzico di cannella se ti piace il sapore.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta