ERBORISTERIA

Raffreddore allergico: i rimedi naturali e come riconoscerlo

LEGGI IN 2'

Ogni stagione dell'anno è legata a vari problemi di salute. Per chi soffre di allergie sono davvero pochi i periodi di tranquillità, quelli in cui non dover fare i conti con pollini, ambrosia e graminacee, o anche con la parietaria, tanto nota come ottimo rimedio naturale per depurare il fegato, come l'ortica, o per espettorare eventuale catarro, altrettanto famosa per mettere in crisi i soggetti allergici in estate e in autunno.

Il primo sintomo che qualcosa non va è il cosiddetto raffreddore allergico, che nel periodo freddo viene spesso e volentieri confuso con il normale raffreddore o con un principio di influenza, impedendo un trattamento adeguato del problema.

Invece fra l'uno e gli altri ci sono delle differenze importanti a cui è necessario fare attenzione per non sbagliare trattamento. Il raffreddore allergico possiamo riconoscerlo e distinguerlo da altri disturbi valutando lo stato di salute generale. Non è accompagnato da febbre, invece fa spesso lacrimare gli occhi e provocare prurito.

Non solo, perché solitamente il raffreddore allergico arriva portando con sé anche eczemi e macchie cutanee, soprattutto se il tipo di allergia è agli acari della polvere, un disturbo che ha proprio come primo campanello di allarme prurito della pelle con rossori e sfoghi. In più la durata del raffreddore allergico è maggiore rispetto al raffreddore comune e coincide con la fine del periodo critico.

Detto questo, vediamo qualche rimedio naturale per sconfiggere o comunque tenere sotto controllo il problema. Il primo è facilissimo da attuare e prevede una corretta gestione dello stress, che è un grande peggiorativo del problema allergico. Prevediamo sessioni di yoga o meditazione nel corso della settimana, attività ricreative o palestra per ridurre il cortisolo e invece stimolare la produzione di endorfine da parte del nostro cervello.

Un altro buon metodo green per avere sollievo da naso che cola e prurito agli occhi è di fare lavaggi nasali e suffumigi per liberare le vie aeree dalle sostanze allergizzanti. Sugli occhi possiamo fare impacchi a base di camomilla, che ha un buon potere calmante.

Per le allergie cutanee, se il medico è d'accordo, affidiamoci all'aloe vera in gel, preferendo il prodotto fresco e puro. Applichiamolo sulla pelle pulita con leggero massaggio, poi lasciamo assorbire. Rossore e prurito per un po' non ci daranno più fastidio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta