TUTTO CAPELLI

Quante volte hai davvero bisogno di tagliare i capelli?

Ti piacerebbe avere capelli lunghissimi e per questo non li tagli mai? Non è saggio, anche perché se dovessero subentrare le doppie punte i tuoi capelli non cresceranno molto, continuando invece a rompersi di continuo. Ecco quindi qualche suggerimento.
LEGGI IN 2'

Ci sono donne che non taglierebbero mai i capelli e donne ossessionate dal taglio. Ma ogni quanto bisogna regolarli? La verità è che non esiste una regola unica per tutti. Tutto dipende dal tuo taglio di capelli, dal tipo di capelli e dal fatto se stai cercando di farli crescere o semplicemente se stai cercando di mantenere una certa lunghezza.

Per la salute dei capelli dovresti tagliarli ogni tre mesi di uno o due centimetri. Ovviamente, se hai un caschetto o magari la frangetta, devi assolutamente tagliarli più spesso. Così come il capello corto (da maschietto, per intenderci) va regolarizzato ogni due massimo tre settimane, soprattutto se hai una rasatura.

È storia nota che le frequenti acconciature non fanno crescere i capelli più velocemente, così come continuare a tagliarli o meno. La velocità di ricrescita dipende dalla dieta, dalla tua genetica, dagli ormoni e dallo stress. Ricordati, comunque, che più di due cm al mese non riuscirai a ottenere.

Sono invece dannose per la salute delle chiome le doppie punte, che li fanno apparire più sottili. Il tuo parrucchiere può aiutarti a determinare il tuo programma di taglio ideale:

Hai doppie punte. Questo è il segno più evidente che hai bisogno di una braciola.
I tuoi capelli hanno perso la loro forma. Se la tua criniera un tempo rimbalzante sta cadendo inerte o i tuoi strati sembrano fondersi insieme, è tempo di fissare un appuntamento.
Le tue estremità sono super secche (tipico di chi fa i trattamenti). Anche in questo caso vanno tagliate e probabilmente hai bisogno di impacchi per idratarli.

 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione