PREPARATIVI DEL MATRIMONIO

Pubblicazioni di matrimonio, tutto quello che gli sposi devono sapere

LEGGI IN 2'

Non sempre i futuri sposi sono informati alla perfezione sull'iter da seguire per poter convolare a giuste nozze. Ad esempio potrebbero non essere informati sulla procedura per ottenere le pubblicazioni di matrimonio e sulle regole che sottostanno al matrimonio civile, da seguire passo dopo passo per rendere la celebrazione valida per legge. Le pubblicazioni, infatti, non sono facoltative, ma obbligatorie. Si tratta di un procedimento burocratico necessario, che va eseguito nei tempi e nelle modalità giusti, per permettere di formalizzare il matrimonio.

Le pubblicazioni di matrimonio sono dei documenti indispensabili per celebrare il rito civile. Cosa sono? Non sono altro che l'annuncio ufficiale, tramite atto pubblico, con cui la coppia afferma la propria volontà a sposarsi. L'obiettivo è quello di assicurarsi che gli sposi abbiano i requisiti di legge per poter pronunciare il fatidico sì, per questo sono una comunicazione ufficiale e obbligatoria, che consente eventualmente a chiunque sia a conoscenza di motivi per cui le nozze non debbano celebrarsi di farsi avanti.

Durata delle pubblicazioni di matrimonio

Questo iter burocratico è regolamento dagli articoli 93 e seguenti del codice civile, che stabilisce che "la celebrazione del matrimonio deve essere preceduta dalla pubblicazione fatta a cura dell'ufficiale dello stato civile. La pubblicazione consiste nell'affissione alla porta della Casa Comunale di un atto dove si indica nome, cognome, professione, luogo di nascita e residenza degli sposi, se essi siano maggiori o minori di età, non ché il luogo dove intendono celebrare il matrimonio". Inoltre l'atto deve contenere il nome del padre e il nome e il cognome della madre degli sposi.

Le pubblicazioni di matrimonio devono essere affisse all'albo pretorio nella sede del Comune di residenza dei futuri sposi. Se abitano in Comuni diversi, devono essere affisse in entrambi. Vengono richieste dalla coppia all'ufficiale di stato civile del Comune o di uno dei Comuni di residenza. Se c'è anche il rito religioso, serve la domanda di pubblicazione del parroco. Le pratiche vanno iniziate almeno due mesi prima la data delle nozze: il tempo di affissione è di 8 giorni più altri 3 per eventuali opposizioni.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta