RICETTARIO

Pesto di rucola, la ricetta golosa

  • PRIMO
  • VEGETARIANO/VEGANO
  • FACILE
  • 15 MINUTI

INGREDIENTI
INGREDIENTI PER 4 PERSONE

- 100 grammi di rucola
- 50 grammi di pinoli
- 50 grammi di pecorino
- 150 grammi di olio extravergine di oliva
- 50 grammi di parmigiano reggiano da grattugiare
- 1 spicchio di aglio
- sale

PREPARAZIONE

Il pesto alla rucola è un'ottima variante da provare per un primo piatto da leccarsi i baffi. Soprattutto in estate, quando si cercano leggerezza e freschezza, oppure quando si ha poco tempo a disposizione, questo condimento, per ogni tipologia di pasta, corta o lunga, per piatti fumanti oppure freddi da consumare anche in spiaggia o in ufficio, è la scelta migliore. Il pesto alla genovese classico prevede l'uso di basilico e pinoli, ma esistono varianti alle zucchine, alla menta, ai fagiolini: non abbiamo che l'imbarazzo della scelta.

Oggi ti spieghiamo come realizzare, anche in pochissimi minuti, un perfetto pesto alla rucola: non è assolutamente difficile da preparare ed è l'ideale anche per chi ha a pranzo o a cena amici o parenti vegetariani. Anche i bambini potrebbero apprezzarlo: loro sono sempre restii a mangiare le verdure e tutto ciò che è verde. Ma chissà perché la pasta al pesto, come la pasta al pomodoro, è in assoluto una delle loro preferite.

Come si prepara il pesto di rucola

Per prima cosa laviamo molto bene la rucola, avendo cura di asciugarla con delicatezza.

Mettiamo la rucola nella tazza del mixer e aggiungiamo i pinoli, il formaggio parmigiano reggiano grattugiato fresco e il pecorino grattugiato. Uniamo anche lo spicchio di aglio e il sale.

Aggiungiamo un po' di olio extravergine di oliva e iniziamo a frullare tutto a velocità bassa. Pian piano aggiungiamo il resto dell'olio extravergine di oliva. Dovremo ottenere una crema morbida.

Il pesto di rucola va usato a freddo per condire la pasta appena cotta. Puoi anche conservarlo per qualche giorno in frigorifero (non più di 2-3), allungandolo poi con un po' di acqua di cottura della pasta al momento di consumarlo. E puoi anche surgelarlo. L'importante è che il barattolo sia chiuso molto bene, con un po' di olio sopra.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta