PSICOLOGIA

Perché è difficile ammettere di avere torto

Ammettere di avere torto o di avere sbagliato per alcune persone è un problema. Si sentono violate e hanno paura di distruggere la propria autorevolezza. Eppure cambiare atteggiamento può essere un'apertura importante verso il prossimo.
LEGGI IN 2'

Non c'è nulla di male nell'essere orgogliosi. Può darti la giusta motivazione per affrontare situazioni difficili. C'è una linea sottile che divide la fiducia in se stessi e l'ego testardo, e uno degli indicatori principali che sei atterrato dalla parte sbagliata è proprio la tua incapacità di ammettere un errore. È un problema che può compromettere le relazioni (personali e professionali), ma può anche essere dannoso per la tua crescita.

Perché ammettere l'errore è così difficile?

Una ragione per cui alcuni non possono ammettere la colpa è semplicemente dovuta alla mancanza di autocoscienza. Talvolta le persone hanno un "punto cieco" in alcune situazioni sociali. E non è che non vogliano ammettere il problema, semplicemente non ne sono consapevoli. In altri casi, è possibile essere consapevoli che si sta sbagliando ma l'ego impedisce di arrendersi all'evidenza. È cose se si stesse mettendo in discussione la propria autorevolezza e accettare ad alta voce di aver sbagliato può causare imbarazzo, vergogna. Ciò che le persone finiscono per fare è compensare eccessivamente negando la colpa e rifiutando la proprietà dei propri errori, proteggendo così la propria immagine di sé.

5 modi per migliorare nell'ammettere di aver sbagliato

Accetta di essere umano: tutti sbagliamo e nonostante questo resteremo quello che siamo.

Diventa introspettivo. Fai una lista dei tuoi difetti e poniti domande introspettive importanti, come "Perché ho paura di essere vulnerabile?, Ho pazienza?, Sono egoista?" e prova a darti delle risposte.

Chiedi un feedback. Se è impegnativo assumersi personalmente la responsabilità dei propri errori, può essere utile inserire nella propria vita le relazioni che sono di supporto, premurose e disponibili ad aiutare.

Sii aperto alla critica. Nei casi di "punti ciechi", o quando non sei consapevole della tua trasgressione, è importante ascoltare gli altri mentre esprimono frustrazioni o ti chiamano.

Considera la psicoterapia. E' un valido aiuto per essere consapevoli e crescere come individuo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione