CUCINA DI UNA VOLTA

Pasta alla gricia: la ricetta originale laziale per farla perfetta

PREPARAZIONE

La pasta alla gricia, antenata della ancora più nota amatriciana, è una pietanza tipica delle zone del Lazio, dove pare la ricetta sia nata. Protagonisti del piatto sono il pecorino romano e il guanciale. Completano il tutto i rigatoni, spaghetti o bucatini e una generosa spolverata di pepe nero.

Dalla cugina amatriciana, la pasta alla gricia si stacca per un unico ingrediente, il pomodoro, presente nella ricetta originale della prima, ma non pervenuto nella seconda, dove la preparazione è infatti in bianco.

Pasta alla gricia, ricetta originale

Il primo passaggio per la preparazione della pasta alla gricia è rosolare il guanciale. Tagliamolo a strisce e poi a pezzetti e lasciamolo andare sulla padella rovente per sciogliere il grasso. Quando la parte bianca sarà diventata trasparente, spegniamo la fiamma e mettiamo da parte qualche strisciolina di prodotto che andrà usata per la decorazione finale.

La padella andrà tenuta calda e non va aggiunto altro, in quanto il grasso del maiale sarà sufficiente per legare la pasta. Prima di tutto però quest'ultima va cotta in acqua salata bollente e scolata quando a fine cottura mancano circa 1-2 minuti. Dovrà infatti essere bella al dente. Conserviamo un paio di mestoli dell'acqua di cottura.

Versiamo la pasta nella padella dove abbiamo fatto rosolare il guanciale e aggiungiamo la metà del pecorino grattugiato e un mestolo dell'acqua di cottura. Mescoliamo per amalgamare bene gli ingredienti e, se necessario, aggiungiamo anche il resto dell'acqua.

A fiamma spenta spolveriamo la pasta alla gricia con il pepe nero e mescoliamo. Impiattiamo e completiamo con il restante pecorino e con le strisce di guanciale messe da parte all'inizio. Il nostro delizioso primo piatto, tanto caro alla cucina romana, è pronto per essere servito.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione