GUIDE ECO

Come organizzare una raccolta rifiuti in spiaggia

LEGGI IN 2'

Il pianeta è invaso dai rifiuti che noi stessi produciamo. Il minimo che possiamo fare è non solo ridurre sprechi, imballaggi, usa e getta, ma anche contribuire a ripulire il mondo che stiamo soffocando, soprattutto con i rifiuti plastici. Andando in spiaggia e al mare spesso ci troviamo di fronte all'inciviltà di chi ancora non ha capito che la raccolta differenziata deve diventare il futuro. Chi abbandona rifiuti dove capita fa male alla Terra e fa male a tutti gli esseri viventi. Per compensare questi gesti incivile, perché non organizzare una raccolta rifiuti in spiaggia?

Quest'anno al mare dedica al meno una giornata o partecipa ai tanti eventi di pulizia delle spiagge, organizzati da associazione ambientaliste. Puoi anche decidere di organizzare tu una giornata di raccolta nel tratto di spiaggia che di solito frequenti, coinvolgendo famigliari, amici, conoscenti, colleghi o anche gli altri bagnanti promuovendo la tua iniziativa con manifesti da appendere in giro o sfruttando il passaparola su Whatsapp e sui social. Per organizzare una raccolta dei rifiuti in spiaggia ricordati di seguire alcune piccole accortezze.

  • Scegli una spiaggia della tua zona che ha bisogno di essere pulita e che sia accessibile, così da garantire a tutti di unirsi al tuo lavoro.
  • Scegli un giorno e l'orario ideale per far partecipare più gente possibile: in estate, evita le ore più calde.
  • Chiedi al Comune se hai bisogno di autorizzazioni, perché le spiagge sono pubbliche e sarai sicuro di poter operare con i permessi necessari, se richiesti.
  • Promuovi il tuo evento sfruttando anche i social network: più si è, meglio è e più si pulisce.
  • Procurati guanti, sacchetti dell'immondizia, pinze, rastrelli e tutto ciò che potrebbe servirti.
  • Chiedi già prima al centro per lo smaltimento dei rifiuti dove smaltire i rifiuti che avrai differenziato e separato già a monte, così da sapere già cosa fare con quegli scarti.

Non ci resta che augurarti buon divertimento: fai che questa attività diventi una routine e non solo per ripulire le spiagge, ma ogni ambiente che necessita di un tuo intervento. Facciamo diventare questa idea virale!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione