BELLEZZA

Oli per la pelle: pro e contro

Gli oli per la pelle sono prodotti eccellenti ma devono essere applicati con consapevolezza. La prima cosa che devi sapere è che non sono idratanti, per quello ci vuole una buona crema. E soprattutto una cosa non deve escludere l'altra.
LEGGI IN 1'

Gli oli per la pelle sono un tema delicato. C'è chi li ama e chi è convinto – come molti dermatologi – che non siano efficaci, soprattutto perché nella maggior parte dei casi non vengono applicati correttamente. Molto meglio usare più volte al giorno una crema detergente che ungersi senza dare alla cute la possibilità di assorbire realmente il principio attivo. Dove sta la verità?

Gli oli agiscono come sigillanti, non come idratanti, ma questo non vuol dire che non hanno benefici idratanti. Hanno una composizione simile ai lipidi che si trovano naturalmente nella pelle. Questo aiuta a riparare e regolare in modo efficiente la barriera idratante della pelle responsabile della produzione di olio. Studi clinici dimostrano che quando un olio viene applicato sulla pelle, risponde assorbendo gli oli come se fossero prodotti naturalmente dalla pelle. Questo porta ad un effetto riparativo sulla pelle. L'olio però non fornisce l'idratazione ma garantisce che l'umidità non venga persa. Ciò vuol dire che l'olio non esclude la crema e che l'olio deve essere applicato dopo la crema.

Non tutti gli oli sono uguali e questa è una cosa davvero importante da ricordare. Mentre l' olio dell'albero del tè potrebbe essere chiarificante, si ritiene che l'olio di rosa canina abbia proprietà nutritive molto maggiori. Quindi devi imparare a scegliere con attenzione quello più adatto a te, ricordandoti che sono indicati se la pelle è particolarmente secca. Infine, un consiglio: non mescolare mai olio con il tuo SPF, perché potresti rendere vana la protezione solare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione