LAVANDERIA

Ogni quanto dovresti lavare gli strofinacci della cucina

Gli strofinacci devono essere cambiati spesso e lavati possibilmente ad alte temperature. Ecco qualche consiglio per avere degli asciugatutto in tela sempre puliti senza però far andare la lavatrice con un carico vuoto.
LEGGI IN 2'

Gli strofinacci dovrebbero servire per asciugare i piatti dopo averli lavati, ma spesso ci si asciuga le mani, si passano sul tavolo per togliere gli aloni e sono l’oggetto che maggiormente si usa quando si prepara da mangiare. A differenza di tutte le cose che lavi troppo spesso, la maggior parte delle persone probabilmente non getta gli strofinacci nella lavatrice abbastanza spesso. È facile dimenticarli e, dopo che si sono asciugati all'aria, sembrano pronti per un altro utilizzo. Come mai? Si dimenticano.

Che tu ci creda o no, gli strofinacci possono essere uno degli oggetti più sporchi di casa tua. Uno studio dell'American Society of Microbiology ha dimostrato che la metà degli asciugatutto testati conteneva una sorta di crescita batterica, come E. coli o stafilococco. Poiché gli strofinacci sono così assorbenti, sono la casa perfetta per batteri, funghi e persino muffe.

La frequenza dei lavaggi dipende dall’uso che se fa. Sono solo per asciugare le mani dopo averle lavate, magari con un rapido utilizzo per assorbire un po' d'acqua versata o una macchia di cibo sulla parte anteriore degli armadi? In tal caso, vanno lavati ogni tre o quattro giorni. Se invece l’utilizzo è più esteso, come pulire i taglieri, lavare i fornelli, asciugare i piatti, potresti doverli sostituire un po' più spesso.

Idealmente dovresti lavare i tuoi strofinacci una volta al giorno. Ciò non vuol dire che devi fare andare la lavatrice tutti i giorni, ma raccogli gli asciugamani sporchi in un piccolo cestino sotto il lavandino e lavali a pieno carico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione