CONSIGLI UTILI

Malattie trasmesse dalle zanzare: le cose da sapere su malaria e febbre dengue

LEGGI IN 2'

Le zanzare possono essere fastidiose quando ti ronzano intorno al viso e tutti odiano le punture che prudono e che possono gonfiarsi e persistere per giorni. Ma possono essere molto più pericolose di un semplice fastidio. Le zanzare, infatti, sono uno dei più grandi vettori di malattie in tutto il mondo e possono essere molto pericolose.

Quando il loro lungo apparato boccale tubolare, chiamato proboscide, penetra nella pelle dell'ospite infetto, l'agente patogeno viene trasferito alla zanzara. Se la zanzara infetta poi attacca un nuovo ospite non infetto, anche quell'ospite viene infettato. Le malattie trasmesse dalle zanzare più note includono la Malaria, la Chikungunya, la Dengue, la febbre del Nilo occidentale, la Zika. Tutte queste malattie sono causate da un virus o un parassita che viene trasmesso da vettori come le zanzare.

Malaria
La malaria è una malattia infettiva causata da un parassita. Le zanzare infette del genere Anopheles trasmettono il parassita dopo che si è riprodotto al loro interno. Queste zanzare pungono solo all'alba e al tramonto. Se si verifica la trasmissione dell'agente patogeno, entra nel flusso sanguigno e raggiunge così il fegato, dove si diffonde.

La malaria è una malattia simile all'influenza associata a febbre, mal di testa, vomito e brividi. I primi sintomi di solito compaiono tra i dieci giorni e le quattro settimane. A seconda del tipo di parassita trasmesso, il decorso della malattia può essere particolarmente grave e persino fatale. Tuttavia, con i farmaci e la prevenzione, si può evitare un esito fatale.

Quasi la metà della popolazione mondiale è minacciata dalla malaria, diffusa in molti paesi dell'Africa, dell'Asia, dell'America, del Pacifico e dei Caraibi. Nonostante ciò, non esiste un vaccino contro queste malattie, solo farmaci per cercare di prevenire o alleviare i sintomi, quindi è importante sensibilizzare sul rischio delle malattie trasmesse dalle zanzare e su come proteggersi dalle punture di zanzara.


Febbre dengue
La febbre dengue è una malattia infettiva causata da un virus, che può essere trasmessa da vettori come le zanzare diurne delle specie Aedes aegypti o Aedes albopictus. È una malattia con sintomi simil-influenzali, con sintomi che possono includere mal di testa, affaticamento, febbre, eruzioni cutanee, dolori articolari e muscolari. Una caratteristica della febbre dengue è la "triade dengue", che descrive i sintomi persistenti di febbre, mal di testa ed eruzioni cutanee. Il periodo di incubazione può durare dai 3 ai 15 giorni. Di solito, i primi segni iniziano gradualmente dopo cinque-otto giorni. La fase acuta della malattia può durare fino a due settimane, mentre spesso occorrono diverse settimane per riprendersi completamente. La tipica febbre dengue, tuttavia, è fatale in meno dell'1% dei casi. Per evitare la morte dopo l'infezione da virus, è necessaria una diagnosi precoce.

Il virus è diffuso in molti paesi in Africa, Asia, America, Pacifico e Caraibi. L'incidenza mondiale è aumentata notevolmente negli ultimi decenni: metà della popolazione mondiale è oggi a rischio. Nonostante ciò, non esiste un vaccino specifico per l'uomo, quindi è importante sensibilizzare sul rischio delle malattie trasmesse dalle zanzare e su come proteggersi dalle punture di zanzara.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta