2019/12/08 12:03:4328729
2019/12/08 12:03:4332826

SCUOLA DI CUCITO

Come lavorare a maglia con il telaio

LEGGI IN 2'

Lavorare a maglia è un buon passatempo con cui rilassarsi e dare vita a cosine molto carine da indossare. Oltre ai classici ferri si possono realizzare lavori sfiziosi con le dita o anche con il telaio: i più diffusi sono il tipo circolare e il tipo orizzontale.

Con questa tecnica è possibile lavorare ogni tipo di filato come lana, cotone, fettuccia, viscosa, rafia. Dobbiamo fare solo attenzione allo spessore del filato, per scoprire quale telaio fa al caso nostro.

Vogliamo metterci alla prova con questa tecnica? E' meglio iniziare lavorando sul telaio circolare di diametro 18 cm (c’è anche la misura 24 e 28 cm) con il filato spesso, con cui si riesce a completare il lavoro in meno tempo, dandoci fin da subito qualche soddisfazione.

Il primo modellino da lavorare? Uno scaldacollo o un cappellino, i più semplici da ultimare. Il telaio è una bella soluzione perchè avendo i pioli fissi ci aiuta a mantenere il lavoro tirato allo stesso modo e in maniera costante nel corso di tutto il lavoro: basta non tirarlo eccessivamente ma mantenerlo leggermente elastico. Inoltre se vogliamo fermarci e riprendere il lavoro in un secondo momento, non ci sarà pericolo di perdere le maglie.

Occorrente

1 gomitolo da 50 gr di lana per ferri 8-9 mm e un telaio con diametro da 18 cm.

Come iniziare il lavoro a maglia con il telaio

Se dobbiamo lavorare in senso antiorario con il circolare, le maglie si monteranno in senso antiorario intorno ai pioli.

Partiamo dal capo del filo e facciamo un cappietto da mettere nel perno di partenza che troviamo lateralmente. Poi arrotoliamo il filo attorno ad ogni piolo in senso antiorario cercando di tenere il filo non troppo tirato. Realizziamo due giri, due fili su ogni piolo. A questo punto prendiamo il gancio uncinato con cui solleveremo la prima maglia che faremo passare sopra il piolo. Poi, ripetiamo la stessa procedura per tutte le maglie.

Successivamente abbassiamo il primo giro, e riprendiamo ad arrotolare il filo intorno ad ogni piolo, di nuovo in senso antiorario e facciamo lo stesso lavoro, fino a quando avremo finito il gomitolo ricordandoci di lasciare un metro di filo libero.

Come chiudere il lavoro a maglia con il telaio

Infiliamo il filo di lana nell’ago da lana (con cruna molto grande), solleviamo con il punteruolo una maglia per volta muovendoci sempre in senso antiorario e infiliamo sotto ago e filo. Eseguiamo la stessa procedura per tutte le maglie successive. A questo punto il lavoro è sfilato dal telaio: se vogliamo uno scaldacollo, basta infilare e fissare il filo all'interno nella parte nascosta della maglia, e il lavoro è concluso; se volete un cappellino bisognerà tirare il filo, passare l'ago all'interno e fermare i filo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione