2019/08/23 10:10:3927500
2019/08/23 10:10:3944875

CRESCITA

Latte vaccino o latte di crescita dopo l'anno e perché?

Bisogna attendere l'anno di vita del bambino per introdurre nella sua alimentazione il latte vaccino. Come mai e qual è una valida alternativa per evitare che la sua dieta sia troppo proteica e povera di ferro?
LEGGI IN 2'

L'allattamento al seno è raccomandato fino al sesto mese. Ciò vuol dire che una mamma dovrebbe cercare di allattare il suo bambino il più a lungo possibile ma non meno di sei mesi. C'è un momento della vita in cui però una donna e il suo piccolo hanno bisogno di prendere "strade diverse". Alcune volte avviene con lo svezzamento, altre verso l'anno, altre ancora con il rientro al lavoro. È questa l'occasione per introdurre il latte vaccino? Per il latte di mucca o il latte di crescita il bimbo deve aver compiuto almeno 1 anno. Come mai?

Perché il latte vaccino non è adeguato prima dell'anno?

Il latte di mucca piace moltissimo ai bambini ma non è un alimento adatto ai piccoli sotto l'anno di vita, per almeno due motivi. Prima di tutto ha un contenuto di proteine troppo elevato (tre volte superiore al latte materno) ed è povero di ferro ( i piccoli rispetto agli adulti hanno bisogno di un apporto di ferro 5 volte superiore). Non è quindi un alimento adeguato al suo fabbisogno: risulta difficile da digerire e spesso crea stitichezza. È importante non anticipare l'introduzione di questo alimento, per evitare squilibri nutrizionali e di favorire un peso eccessivo.

Latte di crescita, pro e contro?

Molti genitori preferiscono non dare il latte vaccino dopo l'anno ai bambini, preferendo quello di crescita, noto anche come latte artificiale numero 3. È un prodotto destinato ai bimbi da 1 a 3 anni e viene percepito come la scelta migliore perché è arricchito di sostanze nutrienti (ferro, vitamine e sali minerali) utili per il loro sviluppo. È veramente così? Molti pediatri lo sconsigliano perché estremamente costoso e soprattutto troppo zuccherato. E allora come scegliere? I medici sostengono che bisognerebbe guardare con attenzione l'alimentazione del bambino: se ha una dieta molto proteica, meglio quello di crescita, viceversa si può optare per quello di mucca. All'inizio, inoltre, potresti diluirlo: 1 terzo di acqua, due terzi di latte. In questo modo lo rendi un po' più leggero e dai il tempo al piccolo (e al suo intestino) di abituarsi a questo nuovo prodotto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Notice: unserialize(): Error at offset 200 of 2847 bytes in variable_initialize() (line 1202 of /localstorage/donnad.prod.h-art.it/releases/20190729084015/includes/bootstrap.inc).

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione