ERBORISTERIA

I rimedi della nonna per le infezioni alle vie urinarie

LEGGI IN 2'

Le donne le conoscono molto bene, perché le infezioni alle vie urinarie tendono a fare spesso visita al gentil sesso, ma anche i maschietti talvolta le sperimentano. Per le signore il problema nasce dal tipo di conformazione intima, che rende più semplice l’ingresso dei batteri nell’uretra ma, come detto, nessuno è esente da questo tipo di infiammazioni.

Di certo i sintomi possono essere fastidiosi sia per lei sia per lui, arrivando a volte ad essere quasi invalidanti. Oltre al dolore al basso ventre, alle sudorazioni notturne e ad un leggero mal di schiena, possono presentarsi anche febbre alta, nausea e vomito, perdite ematiche intime e affaticamento, sintomi che non vanno presi sottogamba.

Il perché non è difficile da capire, in quanto un’infezione urinaria che degenera in una sintomatologia grave, può essere segno che sono stati intaccati anche i reni. Ma per fortuna, in genere le UTI tendono a dare qualche fastidio blando, senza per forza peggiorare, tuttavia trattarle nel modo giusto ci permette di trovare un rapido sollievo dai disturbi.

Oltre ai farmaci mirati, come gli antibiotici che agiscono sui batteri responsabili dell’infiammazione, possiamo anche provare la via naturale. Ci sono infatti molti metodi che già le nostre ave conoscevano a menadito, che possono darci un po’ di aiuto quando le nostre zone urogenitali sono sotto attacco.

Tra i rimedi della nonna più comuni per le infezioni alle vie urinarie troviamo certamente il succo di mirtillo, che si prepara facendo un decotto con 100gr di mirtilli rossi freschi per una tazza di acqua. Al bollore si aggiungono i mirtilli e si lascia sobbollire l’infuso per un quarto d’ora coperto, poi si spegne e si lascia raffreddare prima di filtrare il liquido, strizzando bene i frutti per far uscire il succo, da sorseggiare amaro.

Allo stesso modo possiamo fare un decotto con le foglie di uva ursina, da bere ogni mattina per disinfettare il tratto urinario. È anche utile bere molta acqua per ripulire la vescica, così come assumere alimenti che acidifichino l’urina, in modo da contrastare la proliferazione batterica, quindi ben vengano gli agrumi.

E ben venga anche lo yogurt, ricco di probiotici, amici della salute intima.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta