PREPARATIVI DEL MATRIMONIO

Partecipazioni e inviti

LEGGI IN 3'

Le partecipazioni

Le partecipazioni devono essere spedite almeno 1-2 mesi prima della data fissata. Si tratta di una sorta di biglietto da visita del matrimonio, ecco quindi che dovranno essere molto curate ed eleganti, ma allo stesso tempo semplici e chiare. Secondo la tradizione erano i genitori degli sposi ad annunciare il matrimonio dei figli, ma oggi solitamente sono gli stessi sposi che si occupano di ogni incombenza.

La scelta dello stile delle partecipazioni anticiperà lo stile e la forma che avrà l'intera cerimonia. Segno di buon gusto e ricercatezza è ad esempio l'abbinamento delle partecipazioni ed inviti con il libretto della chiesa, con il menù e con i segnaposti.

La partecipazione deve essere fatta come segue: il nome e cognome del padre della sposa e della madre (con cognome da nubile) vanno apposti sulla sinistra, a destra vanno i nomi dei genitori dello sposo, allo stesso sistema della sposa; poi continua l'annuncio esempio standard: sono lieti di annunciare il matrimonio della figlia (solo il nome) con il nome dello sposo (nome e cognome).  Sotto, centrato va il luogo e la data della cerimonia nuziale, ed in fondo alla partecipazione a sinistra l'indirizzo della sposa e a destra dello sposo (da nubili).

Se l'annuncio è fatto dagli sposi sulla partecipazione vanno posti i nomi dei due sposi in alto, a sinistra lo sposo e a destra la sposa - annunciano il loro matrimonio nella parte centrale data e luogo della cerimonia nuziale - e sotto a sinistra l'indirizzo dello sposo e a destra quello della sposa - eventualmente a più in centro pagina il nuovo indirizzo di casa dove gli sposi vivranno insieme da sposati. Inoltre, con l'avvento del "Wed Site", "Sito del Matrimonio", molte coppie di sposi decidono di integrare il loro "indirizzo fisico" con "l'indirizzo virtuale", il link cioè al sito del loro matrimonio.

Gli inviti al ricevimento

Gli inviti saranno consegnati, acclusi alle partecipazioni, a coloro che si desidera siano presenti anche al ricevimento che seguirà la cerimonia. Questi dovranno essere più piccoli delle partecipazioni, ma fatti con medesimo stile e materiali: se il matrimonio è stato annunciato dai genitori, saranno nuovamente loro a formulare l'invito.

L'invito consisterà in un biglietto più piccolo, con solo i nomi degli sposi seguiti dalla classica frase "dopo la cerimonia, saranno lieti di salutare parenti ed amici presso...", e dal nome e indirizzo del locale scelto. Per una migliore organizzazione, si consiglia di inserire in basso a destra e in piccolo, la sigla S.P.R., ossia Si Prega di Rispondere, che solleciti a confermare la presenza. Nel caso sia prevista una mèta fuori città potresti far stampare sul retro dell'invito una piccola mappa.

La busta

Sulle buste l'indirizzo va scritto a mano, con inchiostro blu o grigio su carta bianca, o in seppia su carta avorio; sempre a destra sotto il francobollo. E' necessario specificare sempre in modo chiaro il destinatario; i nomi non vanno mai preceduti da titoli professionali, onorifici o di studio ad esclusione di quelli militari di carriera. Se la partecipazione è indirizzata a una coppia bisogna scrivere prima i nomi e poi i cognomi. Da non dimenticare è anche il fatto che la partecipazione non va sigillata.

 

 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta