RICETTARIO

La vera pastiera Napoletana

  • DESSERT
  • REGIONALI
  • DIFFICILE
  • PIù DI 2 ORE

INGREDIENTI
INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per il ripieno: 600 g di ricotta di pecora, 600 g di zucchero, 500 ml di latte intero, 550 g di grano cotto (un barattolo), 7 uova, 40 g di burro, cannella in polvere, vaniglia (i semi di una bacca o vanilina), una fialetta di aroma ai fiori di arancio, 70 g cedro candito, buccia di un arancio, sale. Per la frolla: 500 g di farina, 200 g di burro, 200 g di zucchero, 4 uova (3 intere e un tuorlo), la buccia di un limone grattata, un cucchiaino di lievito per dolci

PREPARAZIONE

1° giorno (inizia la sera): metti in un tegame con il fondo spesso il latte, il grano, un pizzico di sale, il burro e la buccia dell'arancia tagliata intera. Fai cuocere il tutto a fuoco moderato 30-40 minuti circa, mescolando ogni tanto (fai attenzione perchè si attacca facilmente!). Intanto mescola la ricotta con lo zucchero e passala al setaccio. Mettila in un panno bianco di cotone e avvolgila, poi conservala in frigo per 12 ore. Nel frattempo metti in frigo anche il grano per 12 ore circa.

2° giorno: togli dal panno la ricotta, unisci a questa i tuorli delle uova (conservando solo 5 degli albumi!) rimescola un poco il composto con il grano, togli la buccia dell'arancia e tagliala a striscioline, poi unisci tutto il grano alla ricotta con i tuorli.

A questo punto, prepara la frolla mescolando velocemente tutti gli ingredienti e lasciala riposare.

Unisci tutti gli aromi (cannella, la buccia dell'arancia tagliata, il cedro candito e la vaniglia). Monta a neve i 5 albumi che avevi conservato e uniscili al composto, mescolando dal basso verso l'alto per non smoltarli. Stendi la pasta frolla sulla carta forno, fodera lo stampo e versa il composto all'interno... copri con delle strisce larghe come una crostata.

Inforna a 180°C per circa 1 ora emezza (finchè la superficie non è brunita). Quando la sfornerai, la pastiera risulterà come ancora liquida all'interno e soprattutto gonfia: lasciala riposare per almeno 24 ore, fuori dal frigo.

3°giorno: la tua pastiera sarà morbida e sofficie (la superficie risulterà spaccata ma è normale, è il segno di una buona pastiera, fatta come la vera tradizione!) prontata per essere mangiata!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta