DECORAZIONE DELLA TAVOLA

La tavola del 'Bon Ton'

LEGGI IN 3'

Se desideri preparare una tavola per un’occasione importante e prestando attenzione alle regole del Galateo allora dovrai seguire regole ben determinate. La preparazione non dovrà essere per forza sfarzosa ma con semplici accorgimenti il ‘colpo d’occhio’ per i tuoi ospiti potrebbe ugualmente lasciarli a bocca aperta.

Il tavolo perfetto per un pranzo, per esempio, è rotondo, di ampio diametro perché permette ai commensali di essere comodi e la sicurezza di avere abbastanza spazio per tutta l’apparecchiatura. È importante che la tovaglia abbia la stessa forma del tavolo e una misura adeguata per fare in modo che cada in modo corretto: la caduta laterale deve essere di 40 o 50 cm. L’occasione formale, in questo caso, prevede che lo stile sia classico con un tessuto come la fiandra o il lino, con una preferenza ulteriore per i pizzi e i ricami.

  • Il centrotavola

Ecco un elemento spesso troppo sottovalutato ma che per una tavola completa non deve proprio mancare. Il centrotavola classico deve essere floreale e basso perché gli ospiti devono avere modo di parlare tra loro. Una composizione troppo alta, infatti, lo impedirebbe. Puoi disporre in una ciotola fiori di una o più quantità legati da foglie, ricordando l’elemento più importante: i fiori devono essere inodore per non dare fastidio durante la cena o il pranzo. I colori e lo stile del centrotavola devono rispettare quelli già scelti per la tovaglia e il resto dell’apparecchiatura.

  • La scelta dei piatti

Il Galateo prevede che scegliere la forma adatta dei piatti dipenda dal cibo che verrà servito. Quindi, oltre al classico piatto tondo, che è sempre adeguato si può optare sia per la forma quadrata sia per la forma rettangolare.

Nel primo caso, i piatti quadrati sono da preferire se si serve cibo quadrato, rotondo o a rombo. Puoi mettere il cibo principale al centro e i condimenti ai lati o viceversa. I piatti rettangolari sono perfetti per servire tris di cibi dove deve essere seguito anche un determinato ordine di consumo. Con una tovaglia bianca non ci saranno problemi di colore nella scelta dei piatti, anche se per una cena formale sono da prediligere quelli in porcellana bianca. Se, invece, si desidera comunque optare per le tinte, è importante mettere in tavola piatti che valorizzino il cibo servito.

  • Le posate

Una grande occasione prevede che la scelta sia quasi d’obbligo: posate d’argento. Oppure, ottime alternative sempre eleganti sono le posate con porcellana smaltata o in acciaio satinato e wengè. È importante anche conoscere la disposizione delle varie posate e il loro utilizzo, visto che per una cena o un pranzo bon ton, l’etichetta è fondamentale.

Le prime due forchette da impiegare per i primi piatti asciutti vanno collocate a sinistra con i rebbi rivolti verso l’alto. Il coltello, invece, va a destra con la lama verso l’interno ed eventualmente seguito da quello del pesce se il menù lo richiede. Se verrà servita la minestra, il cucchiaio è posizionato a destra del coltello con la parte concava verso l’alto. Sopra il piatto il coltello da frutta e il cucchiaio per le creme hanno i manici a destra mentre la forchetta da frutta e quella da dessert hanno le impugnature rivolte verso sinistra.

  • I bicchieri

I calici vanno riposti in alto a destra rispetto al piatto e, ognuno di essi ha un posto ben preciso. Il calice da vino bianco, per esempio, deve essere posto per primo a destra, allineato proprio con la punta del coltello. Continua la preparazione allineando il bicchiere per il vino rosso e subito dopo quello dell’acqua, che dovrebbe essere quello più grande sulla tavola. Il quarto bicchiere è il flute o la coppa di vino da dolce che va posizionato alle spalle dei tre precedenti. Sopra la tavola non dimenticare di posizionare il decanter se servirai vini rossi strutturati.

  • Altri elementi di bon ton

Nella preparazione della tua tavola ‘Galateo’ posiziona sempre il tovagliolo alla sinistra del piatto, scegliendo sempre colori che si abbinino perfettamente con la tovaglia e i piatti. Il posto del piattino del pane, invece, è in alto a sinistra sopra la forchette. Se desideri servire il gelato, i cucchiaini a forma di paletta vanno posizionati sopra il piatto e con il manico verso destra sostituendo le forchette per la frutta. Il segnaposto, invece, trova il suo posto sopra il piatto e davanti alle posate da dolce. Infine, le coppe lavadita e il posacenere possono comparire sulla tavola solo al termine del pranzo o della cena, ovvero dopo il dessert.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta