COSA MANGI?

Il buffet estivo: regole e consigli di Angela Maci

LEGGI IN 3'

Una cena in piedi è spesso la soluzione ideale quando hai molti invitati. Le persone di solito adorano i buffet perché possono scegliere di mangiare quello che preferiscono tra diverse portate. La padrona di casa li ama perché sono più facili da organizzare rispetto ad una cena seduti a tavola. 

Allestire un buffet da sola, però, può anche spaventare: cosa cucinare, quale menù creare per mettere tutti d’accordo e unire tutti i gusti degli invitati sulla stessa tavola?

La buona riuscita dell’evento dipende dalle scelte che fai all’inizio e, soprattutto, dal tuo umore. Ricorda che anche per te è una festa e devi partecipare!

Ecco allora qualche consiglio e un piano organizzativo per allestire un buffet, che ti permetterà di sentirti sempre a tuo agio e goderti la festa da protagonista.

Prima di incominciare la preparazione del buffet, poniti delle domande: quanti sono i tuoi ospiti? Che stile avrà il tuo? Sarai in grado di farlo da sola? In caso contrario, chi puoi coinvolgere? Quanto vuoi spendere? Di quanto spazio hai bisogno?

Io ho l’abitudine di scrivermi quello che devo fare: dal tema della cena, alla lista della spesa, alla mise en place, scrivo un elenco di tutti gli ingredienti necessari per la riuscita del buffet. 

La lista è pronta, ho tutto l’occorrente. È il momento di creare il menù. Per organizzare un buffet di successo che metta tutti d’accordo, la padrona di casa deve saper giocare con i diversi gusti degli ospiti, creare un’armonia di sapori non solo per soddisfare gli ospiti ma soprattutto per farsi ricordare. Ecco la mia idea per un buffet estivo. 

Cosa non deve mai mancare in un buffet? Un ingrediente che mette sempre d’accordo tutti. L’olio extravergine d’oliva. Il gran fruttato Monini, dal gusto delicato e persistente si sposa con ingredienti diversi e rende ogni portata ancora più piacevole. Quando prepari il tavolo del buffet, mettilo al centro della tavola, a portata di tutti, insieme agli altri essenziali: sale, spezie, posate e tovaglioli. I tuoi ospiti potranno aggiungere il condimento e servirsi in modo autonomo, e tu non avrai a che fare con richieste last minute.

Ora, dedichiamoci alle portate principali: fresche insalate di cous-cous e farro condite con verdure, frutta, erbe aromatiche e formaggi freschi per accontentare gli amici vegetariani. 

Ti consiglio poi una catalana di gamberi: pomodori, cipolle, gamberi appena scottati, basilico frasco, sale e olio extravergine Gran Fruttato, rigorosamente a crudo.

Continua mescolando i sapori: prepara una crema di ceci con guanciale croccante e rosmarino, servita in tazzine monoporzione così piacerà anche ai piccini. 

Aggiungi freschezza al tuo buffet con una macedonia ricca di frutta estiva e una cheese-cake di ciliegie che potrai preparare in anticipo e decorare all’ultimo momento.  

Disponi i grissini in bicchieri di vetro, e intorno piccoli contenitori pieni di salse cremose a base di yogurt e verdura: farai  felici le tue amiche attente alla linea.  

Come vedi, ti ho suggerito piatti che possono essere preparati con anticipo. Organizza tutto per tempo, prepara le basi dei tuoi piatti così dovrai solo ultimarle.

Terminata la preparazione del menù, inizia la preparazione del buffet, allestendo uno o più tavoli con tovaglie o runner colorati. 

Organizza il tutto seguendo una logica e presta molta attenzione a tutti gli accessori e le decorazioni, che dovranno rispecchiare non solo la tua personalità e il tuo stile, ma anche il tipo di menù. 

Usa delle alzatine o dei candelabri che ti aiuteranno a creare un gioco di equilibri e ti permetteranno di ricavare spazio per le portate. Se il tuo menù prevede delle portate principali posizionale al centro del buffet e disponi i piatti di accompagnamento tutti attorno.  

Non ci sono limiti alla fantasia: hai già qualche idea per arricchirre o modificare il mio menù? Sei già una perfetta padrona di casa e sei capace di mettere sempre tutti d’accordo con i tuoi menù? Raccontamelo nei commenti!

Angela Maci
Scritto da:

Angela Maci

Angela Maci, classe 78, da sempre appassionata di enogastronomia, ho improntato la mia vita e i miei studi sulla cultura dell'alimentazione. Sommelier AIS, Assaggiatore di formaggi ONAF, un diploma ALMA tecniche di base. Dopo una laurea in Lingue e Lett.straniere moderne, ho frequentato un Master europeo in Storia e Cultura dell'Alimentazione, collaborando con riviste di settore. Ho gestito il Decanter Art club di Bologna per 4 anni. Nel 2010 apro il blog "Sorelle in Pentola" con mia sorella Chiara. Colleziono libri di cucina da sempre. Attualmente sono consulente enogastronomica.

Il mio blog

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione