COSA MANGI?

Come si mangia lo zenzero

LEGGI IN 2'

Proveniente dall'Estremo Oriente, lo zenzero è una spezia che solo in tempi recenti ha cominciato a far parte della cucina occidentale, anche per via dei benefici che è in grado di assicurare all'organismo. Lo zenzero, infatti, è piuttosto efficace contro raffreddore, mal di gola e tosse, e inoltre facilita la digestione. Ma come si mangia lo zenzero? Scopriamo alcuni modi per impiegare questa spezia in cucina.

Un piatto saporito che si può preparare utilizzando lo zenzero è il riso alla curcuma e zenzero; innanzitutto devi far bollire il riso in acqua salata, nella quale bisogna aggiungere anche un pizzico di zenzero e una punta di cucchiaino di curcuma o in alternativa di zafferano. Dopo aver scolato il riso, che apparirà di colore giallo, lo devi far saltare in padella insieme a dei piselli già cotti precedentemente e a un po' di porro tritato. Per il condimento utilizza origano, olio extravergine e un poco di zenzero in polvere per gustare ancora meglio il tuo piatto di riso alla curcuma e zenzero.

Questa spezia risulta alquanto versatile e può essere utilizzata non solo per piatti salati ma anche dolci; un esempio possono essere le pere al cioccolato e zenzero. Prendi due pere, lavale e poi tagliale a metà dal lato lungo eliminando poi i semi; dopodiché mettile a bollire in acqua aggiungendo un poco di zenzero in polvere insieme a un pizzico di cannella. Quando le pere si saranno ammorbidite dovrai scolare, sistemarle su un piattino e poi guarnirle con cioccolato fondente grattugiato e un altro po' di zenzero per arricchirne il sapore.

Infine ecco l'utilizzo più classico dello zenzero, vale a dire la tisana; per prepararla servono due cucchiaini di tè bancha, una radice di zenzero essiccata e un pezzo di cannella, entrambi da grattugiare. Questo tipo di tisana è indicata soprattutto contro raffreddore, influenza e mal di gola, e in certi casi la sua efficacia ha quasi del miracoloso. Una ricetta preziosa, in vista del prossimo inverno, con cui potrai curare i mali tipici della stagione più fredda dell'anno.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta