CONSIGLI DI VIAGGIO

Garden sharing, come funziona la condivisione degli spazi per tende, camper e roulotte

LEGGI IN 2'

Fare una vacanza in tenda, camper o roulotte è anche un modo di vivere. Il viaggio comincia con la scelta della zona in cui sostare: oggi puoi conoscere gli spazi privati di altre persone, anche in città, o condividere il tuo giardino, il tuo terreno e simili o un posto già allestito.

È la filosofia della garden sharing, una piattaforma che mette in comunicazione chi vuole affittare un luogo di sua proprietà e chi lo sta cercando, e di altri siti e community stranieri.

L’economia della condivisione, dunque, coinvolge anche il camping, il backpacking e i viaggi verdi. Oltre all’aspetto economico e al risparmio, entra in gioco la possibilità di conoscere nuove persone e scoprire i luoghi attraverso chi ci abita.

Garden sharing, come funziona
L’omonima piattaforma mette in contatto i gardensharer, coloro che hanno a disposizione un posto da affittare, e i viaggiatori che vogliono fare questa nuova esperienza.

Quindi, se vuoi promuovere il tuo spazio, ti iscrivi e inserisci un annuncio con la descrizione, i servizi e le foto.

Se, invece, stai pensando alla destinazione del tuo prossimo viaggio, puoi fare una ricerca in base al luogo, le date, la tipologia (ad esempio, area per campeggio in tende, camper, roulotte o sistemazione pronta), le attività e altri criteri che puoi spuntare.

È questa l’idea di fondo anche di altre piattaforme straniere che in modo analogo consentono a chi vuole affittare uno spazio e a chi vuole soggiornarvi di interfacciarsi in modo diretto. In genere puoi fare una ricerca specifica selezionando le opzioni che preferisci o esplorare la zona che ti incuriosisce.   

Per quanto riguarda la normativa e i permessi, tieniti aggiornato, anche per le dichiarazioni al fisco, e consulta bene le leggi locali, regionali e comunali.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione