SCUOLA DI CUCINA

Fricandò di verdure: ecco come si prepara

LEGGI IN 2'

Non esiste una sola versione del fricandò di verdure, anche conosciuto come fricò, ma soprattutto sono molte le regioni d’Italia che se ne contendono l’origine. Di certo il Piemonte è una di queste, in quanto è piuttosto famosa la ricetta mista con la carne, ma anche Emilia-Romagna e Marche sono zone dove questo contorno è apprezzato.

Un lato positivo del fricandò sta nella sua possibilità di variare gli ingredienti, scegliendo verdure di stagione sempre diverse e ottime. Di certo il fricò estivo è il più famoso di tutti e si prepara con melanzane, peperoni e zucchine, più cipolle e pomodori maturi, a cui si aggiungono olio, sale ed eventuali erbe aromatiche se gradite.

La quantità di verdure e le sue proporzioni sono a nostra scelta, a seconda dei gusti o del piatto a cui vogliamo abbinare questo contorno. Se vogliamo una ricetta equilibrata come sapori, dobbiamo invece considerare pari quantità di melanzane, zucchine e peperoni, mentre per cipolle e pomodori possiamo scegliere liberamente.

Come prima cosa tagliamo la cipolla a fettine e mettiamola a rosolare in una padella con due cucchiai di olio extravergine di oliva. Va bene qualsiasi varietà di cipolla, ma se ci piacciono i gusti decisi, quella di Tropea è la più indicata, mentre se preferiamo un sapore più dolce e neutro, ci possiamo orientare su quella bianca classica.

Laviamo le verdure e tagliamole a strisce non troppo sottili, poi aggiungiamole alla cipolla quando sarà completamente appassita. Aggiungiamo una spolverata di sale per far uscire i succhi degli ortaggi, una foglia di alloro e qualche grano di pepe bianco se gradiamo un sentore più aromatico, poi mescoliamo e abbassiamo la fiamma, facendo cuocere coperto per una mezz’oretta.

Ogni tanto, in questo lasso di tempo, giriamo un pochino le verdure del fricandò per fare in modo che i sapori si amalgamino. Appena notiamo che sono morbide e quasi cotte, scoperchiamo la pentola e terminiamo la cottura senza coperchio, in modo da far evaporare parte del liquido e rendere quindi più asciutto il contorno.

Il fricandò o fricò di verdure si serve tiepido o freddo ed è ottimo per farcire panini e tramezzini.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta