RICETTARIO

La storia del cocktail Florida e la ricetta originale alcolica

PREPARAZIONE

Molto noto negli anni '30 del secolo scorso, il cocktail Florida nasceva come bevanda a base di gin e succhi di agrumi, con una decorazione piuttosto scenografica fatta con la frutta, il tutto servito in un tumbler alto in grado di contenere il drink, ma soprattutto il suo lussureggiante decoro.

La storia del cocktail Florida lo vede tuttavia modificarsi nella ricetta e nel servizio, in quanto con gli anni si è preferito versarlo nella classica coppa da cocktail, entrando così di diritto nella famiglia dei Frozen drink, ma si è anche eliminato il gin, facendolo diventare una bevanda analcolica.

Ad oggi il cocktail Florida è tornato ad essere servito nel tumbler, ma è rimasta in voga la versione senza alcol con succhi di pompelmo, arancia e limone, più sciroppo di zucchero e soda, ma per amore della tradizione, di seguito la ricetta originale alcolica di questo drink classico.

Il cocktail Florida: ricetta alcolica

La ricetta alcolica del Florida cocktail ha subito qualche variazione, esattamente come quella alchol free, spesso modificata con aggiunta o sostituzione di alcuni ingredienti. La variante più gettonata in questo caso è quella molto estiva con succo di ananas al posto di quello al pompelmo e aggiunta di granatina.

Nel caso della preparazione alcolica, insieme al gin c'è chi mette una punta di whiskey e chi invece preferisce abbinare altri tipi di liquori, spesso aromatizzati con infusioni di frutta. Gli ingredienti vanno messi tutti in uno shaker con ghiaccio e mixati per qualche secondo.

Filtriamo il composto in un bicchiere da cocktail, riempito con altro ghiaccio e decoriamo con fette di arancia o limone o anche frutti rossi, se vogliamo creare uno stacco cromatico. Questa opzione è molto usata soprattutto per il Florida analcolico, ma si può fare anche in questa versione alcolica.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione