SCUOLA

Maturità, cosa mangiare per affrontare studio ed esami

LEGGI IN 3'

Affrontare gli esami di Maturità non è facile. Dopo un anno passato a studiare, bisogna fare un ulteriore sforzo a giugno, quando le temperature si fanno più calde e il mare richiama a sé gli studenti che lascerebbero volentieri i libri per correre in spiaggia. Per riuscire a concentrarsi nello studio e arrivare preparati e carichi agli esami scritti e all'orale, bisogna seguire un'alimentazione adeguata. Gli studenti in vista degli esami di Maturità cosa devono mangiare?

Gli esperti non hanno dubbi: una corretta alimentazione è fondamentale per avere le giuste energie e affrontare un periodo decisamente stressante per ogni studente. Corpo e mente devono avere tutti i nutrienti necessari per permettere ai ragazzi di studiare con profitto e presentarsi di fronte alla commissione d'esame per le prove scritte e all'orale con la carica migliore. Facile a dirsi, ma come fare?

  • Bisogna iniziare ogni giornata con una buona colazione, che permette di studiare tutta la mattina con la giusta concentrazione. La colazione va fatta entro un'ora dalla sveglia e deve essere un mix bilanciato di carboidrati e proteine. Sì a cereali, una bevanda calda, un frutto e qualcosa a base di latte, anche uno yogurt va bene.
  • I carboidrati sono fondamentali, perché danno energia e aiutano il cervello a lavorare meglio.
  • Non possono mancare in tavola frutta e verdura, da mangiare anche sotto forma di snack nelle pause di studio al mattino e al pomeriggio. I ragazzi hanno bisogno di vitamine e di fibre!
  • Un carico di Omega 3 e di Omega 6 è fondamentale, quindi via libera al pesce in tavola e alla frutta secca, snack ideale.
  • Ragazzi, ricordatevi anche di bere molta acqua.
  • No, invece, a bevande alcoliche e alimenti con troppo zucchero.
  • Limitare anche caffè e te, soprattutto la sera, è indispensabile, perché corpo e mente hanno bisogno di riposare bene di notte!

Consigli di alimentazione per ogni tipo di studente

Ed ecco, infine, dei consigli di alimentazione in base a che studente sei!

Ansioso, emotivo, insonne

Se è uno studente molto cerebrale, che si fa prendere dall’ansia e –di conseguenza- presenta mani fredde, sudorazione, colite da stress e fa fatica a dormire, devi cercare di aiutare la sua mente a stare concentrata e a non stressarsi più di quanto già faccia. Preparagli colazioni nutrienti a base di frutta (magari centrifugata), anche secca, latte, cereali, uova; pasti a base di proteine magre (pesce, uova, carne bianca), frutta, verdura e legumi (ma attenzione alla colite!), aiuta a far rilassare lui e il suo stomaco con tisane da sostituire a caffè e tè, che non farebbero che agitarlo ulteriormente. E niente studio durante le ore notturne!

Non troppo emotivo, sopporta bene lo stress, in buona forma fisica

Al contrario, se il giovane regge bene le situazioni ad alta tensione, aiutalo con spuntini sparsi durante la giornata a base di cioccolata e mandorle, noci, nocciole e tè verde. I pasti non si saltano per studiare o andare in palestra, e devono essere sempre presenti le proteine magre, così come le porzioni di verdura. E alle 11 a letto!

Razionale, con un atteggiamento tendenzialmente svogliato

Se tuo figlio non si fa prendere dal panico e cerca di raggiungere il massimo risultato con il minimo sforzo, ha forse bisogno di essere stimolato al fine di raggiungere obiettivi un po’ più importanti. Dagli una piccola scossa con tè verde, ginseng e vitamina B!

Pigro, rassegnato, inguaribile ottimista

Infine, se il ragazzo ha sempre avuto qualche problema di disinteresse nei confronti dello studio e crede nella Provvidenza di manzoniana memoria, non potrà pretendere di maturarsi con il massimo dei voti. Riduci ai minimi termini il numero pisolini, in modo da far sì che studi il più possibile, limitando i carboidrati complessi e aiuta il suo sistema nervoso e il metabolismo servendogli spesso tè verde, il caffè verde in tisana, guaranà!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione