ORTO E GIARDINO

5 errori che commetti quando fai l'orto

LEGGI IN 2'

Fare l’orto è un’arte che non puoi improvvisare. Ciò significa che molto spesso si commettono degli errori, che ostacolano sia la qualità dei prodotti che hai deciso di coltivare sia la resa. Ecco, quindi quali sono gli sbagli più frequenti e come, in vista della primavera, potresti ripensare alla tua tecnica. 

Pensi che di più sia sempre meglio. Non è sempre così, soprattutto quando si tratta di coltivare il proprio cibo. Ad esempio, potresti credere: se il compost è buono, allora più compost deve essere ottimo, giusto? In realtà, il compost è importante, ma troppo può aggiungere troppa materia organica al terreno, causando problemi come malattie e scarso drenaggio.

Non stai trapiantando. Incoraggiare la biodiversità è la cosa più importante che puoi fare per le tue piante. La miscelazione di vegetali aiuta a sostenere la salute generale e la produttività di qualsiasi pianta e produrrà prodotti migliori più a lungo. Uno dei metodi di interimpianto più comuni è noto come le "tre sorelle": mais, fagioli e zucca, che crescono meglio insieme.

Non stai valutando il pericolo erbacce. La maggior parte delle persone non pensa troppo alle erbacce finché non si impossessano del proprio giardino. Per giocare di anticipo, devi valutare la corretta spaziatura di letti, percorsi e piante, che aiuterà con l'efficienza della tua coltivazione. Dovresti assicurarti che i percorsi tra le aiuole siano dimensionati in modo appropriato per gli strumenti che prevedi di utilizzare per mantenerli, e lo stesso vale per le aiuole.

Stai annaffiando troppo (o troppo poco). L'acqua è un grosso problema per la maggior parte dei giardinieri domestici. È difficile trovare il tempo per farlo e spesso viene fatto esattamente nel momento sbagliato. La maggior parte delle persone annaffia troppo spesso. Il consiglio è di annaffiare il tuo giardino ogni quattro o cinque giorni per un periodo di tempo più lungo.  Anche l'ora del giorno per l'irrigazione è importante. La mattina presto è la soluzione migliore ed evita sempre le prime ore del pomeriggio.

Stai trascurando gli impollinatori. Gli impollinatori selvatici (pensa alle api autoctone, come le api tagliafoglie o le api muratrici) possono giocare un ruolo fondamentale, soprattutto per alcune verdure, tra cui zucca, cetrioli, zucchine e gombo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione