IN FORMA

DOMS, come alleviare i dolori muscolari dopo ogni allenamento

LEGGI IN 2'

Alzi la mano chi conosce i DOMS. Forse non li conosciamo per nome, ma tutti, chi più e chi meno, ha sofferto dei dolori muscolari post allenamento. Dopo aver sudato a casa o in palestra o dopo aver camminato o corso in strada, il mattino dopo capita di svegliarsi con dolore ai muscoli di braccia, glutei, gambe. È assolutamente normale provare questi fastidi, perché abbiamo sforzato i muscoli che rispondono così. Chi è più allenato tende a soffrirne di meno rispetto a chi, invece, si allena un po' più di rado.

DOMS è un acronimo che significa Delayed Onset Muscle che in italiano vuol dire ovvero “indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata”. I dolori muscolari post allenamento può durare 24-48 ore dopo aver praticato ogni tipo di attività sportiva. Ma ci sono anche dei casi in cui può andare a lungo fino a 5 giorni. I muscoli appaiono indolenziti, doloranti, perché le fibre muscolari potrebbero aver subito un sovraffaticamento. Capita di sovente dopo gli squat per rassodare l'interno coscia o dopo gli addominali, ma anche chi fa sollevamento pesi oppure chi pratica sport ad alto livello e magari partecipa anche a gare amatoriali e non.

Come lenire i dolori ai muscoli dopo l'allenamento

I DOMS si riconoscono facilmente perché sono intensi ma durano pochi giorni. Se invece dovessero protrarsi a lungo, forse è meglio, consultare il medico. Se il fastidio è contenuto e comunque notiamo che con il passere delle ore tende a diminuire, possiamo adottare una serie di accorgimenti:

- Riposati dopo ogni allenamento

- Ricordati di fare sempre stretching, prima e dopo

- Allenati con gradualità. Se è tanto che non ti muovi, non puoi pretendere di iniziare subito velocemente

- Riscaldati sempre prima di praticare ogni disciplina sportiva

- Bevi più acqua

- Mangia frutti rossi che aiutano a togliere un po' di infiammazione ai muscoli

- Assumi un po' di zenzero, che dà una mano a ridurre i dolori dei DOMS

L'importante è allenarsi sempre secondo le proprie possibilità, ricordandosi di affidarsi ad esperti e di non strafare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta