CONSIGLI DI VIAGGIO

I viaggi nel tempo: la Vienna asburgica

LEGGI IN 2'

Tanti sono i sovrani d’Austria che regnarono a Vienna e contribuirono all’opulenza del Palazzo Imperiale. 

Lo testimonia la vastità dell’edificio, che conta ben 2.600 stanze, 19 cortili e 54 scalinate.

Questi numeri fanno sicuramente comprendere come i viaggi a Vienna che contengono una tappa all’Hofburg, non possono non dedicare un’intera giornata alla sua visita.

Se non si possono impegnare, però, otto ore per girare tutto l’edificio, bisogna almeno prevedere la visita agli appartamenti imperiali.

Per primo si incontra quello di Francesco Giuseppe che a Vienna ha regnato dal 1857 fino alla sua morte, avvenuta nel 1916.

Bellissimi gli arazzi in esso contenuti, ispirati ai disegni di Rubens, che aveva collezionato i diversi soggetti durante una serie di viaggi.

Seconda, ma fondamentale tappa, è quella agli appartamenti della principessa Sissi,  famosa e amata nella sua Vienna, ma ugualmente in tutto il mondo, grazie anche all’interpretazione che di lei ha fatto Romy Schneider.

La principessa ribelle, dal carattere volitivo, aveva riempito le camere con oggetti mai visti a corte.

L’ispirazione l’aveva presa durante i suoi viaggi lontano da Vienna, che furono tantissimi, soprattutto negli ultimi anni della sua vita.

Visitare queste stanze è un po’ come raggiungere idealmente lo spirito di una donna che mal volentieri si era dovuta adattare alla vita che la società (e la suocera) le aveva imposto.

Dopo aver omaggiato la casa reale, consigliamo di passare velocemente anche per la famosa serra imperiale che sorge nel giardino dell’Hofburg. Costruita in perfetto stile liberty ospita al suo interno piante tropicali e una varietà incredibile di coloratissime farfalle.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta