CONSIGLI DI VIAGGIO

Grecia: primavera mediterranea

Della Grecia, intesa come meta di vacanza, vicina all'Italia tanto geograficamente quanto storicamente, di solito si prendono in considerazione soltanto le innumerevoli isolette dell'Egeo.
LEGGI IN 3'

Come non apprezzare, del resto, le piccole spiagge appartate, le bianche case dei paesini assolati, affacciati a strapiombo su un mare che poco ha da invidiare a quelli tropicali? Ma se si cerca qualcosa di più, se si vuole godere veramente di tutto ciò che solo la terra ellenica ha da offrire, è alla parte peninsulare, con l’Attica, l’Istmo, il Peloponneso che bisogna guardare. Si tratta di zone forse meno battute dai turisti, ma sicuramente più adatte a soddisfare le esigenze di chi non si accontenta di un soggiorno organizzato in villaggio o di una semplice vacanza al mare.

Visitare la Grecia continentale, del resto, non significa soltanto aggirarsi tra le rovine di templi e antichi monumenti, ma anche toccare le coste frastagliate, ricche di penisole, insenature e promontori a picco sul mare. Significa scoprire l’aspra natura delle regioni montuose interne, significa incontrare fantastiche vedute sul mare tra ulivi, mirti e cipressi immersi in una luce accecante, vuol dire soffermarsi in spiaggie incantevoli o fare delle rilassanti gite in barca. Ma naturalmente si sceglie la Grecia peninsulare soprattutto per fruire della straordinaria ricchezza archeologica che la caratterizza e per ammirare gli esempi architettonici antichi, di cui è tempestata, che vanno dall’epoca micenea a quella ellenistica. Ai fini di un tour prevalentemente storico-archeologico la primavera è la stagione ideale, dal momento che le temperature non raggiungono il caldo eccessivo dell’estate. Ma quali sono le mete da toccare? Ovvero quelle cui è impossibile rinunciare o che possono valere da sole un viaggio in Grecia?

Per chi arriva in aereo, la porta della Grecia è ovviamente Atene, capitale moderna e centro più importante nell’antichità. La città attuale, soffocata dallo smog e dal traffico lascia a desiderare, ma una visita all’Acropoli con il Partenone, l’Eretteo, e i Propilei è d’obbligo, per non parlare della necropoli del Ceramico o del teatro di Dioniso. Per proseguire il tour è consigliabile noleggiare un’auto. L’Attica, regione di Atene, vanta altri luoghi che meritano una visita: Eleusi, antico santuario sacro agli Ateniesi, e Capo Sunio, nell’estremo sud, promontorio di incomparabile bellezza. Attraversando l’Istmo di Corinto, verso ovest, si passa invece in Peloponneso, penisola che accoglieva le antiche città di Sparta, Micene, Argo, Olimpia. Tutte hanno restituito tesori archeologici d’immenso valore. Argo, la vicina Micene e Olimpia offrono i percorsi più affascinanti: dalle antichissime mura ‘ciclopiche’ di Micene, con la famosa Porta dei Leoni e la tomba di Atreo, allo stadio di Olimpia, dove per 1000 anni, ogni 4 anni, si svolsero i giochi olimpici in onore di Zeus Olimpio.

Ma il Peloponneso offre al visitatore anche il teatro di Epidauro, meravigliosamente conservato e famoso per la sua acustica, e i resti di Tirinto, altra città di epoca micenea con l’acropoli e il palazzo. Merita inoltre una visita la montuosa regione dell’Arcadia, antica terra di pastori ancora intatta. Dalla costa nord del Peloponneso è possibile poi attraversare lo stretto con il traghetto e raggiungere sull’altra sponda Delfi, città sacra ad Apollo e sede dei giochi in suo onore oltre che dell’Oracolo e della Sibilla. Ora a Delfi è possibile ammirare lo stadio, la fonte Castalia, i resti del tempio dorico di Apollo, la celebre statua bronzea dell’Auriga.

Il medesimo percorso, ma in senso inverso, potrebbe andare bene anche per chi sceglie di arrivare in Grecia via mare, portando la propria auto. Il traghetto, che parte da Venezia, Ancona, Brindisi approda infatti a Patrasso, nel nord del Peloponneso. Il viaggio in questo caso si allunga, ma può risultare economicamente vantaggioso.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta